Pubblicato il

Come respingere qualcuno delicatamente

Rifiutare qualcuno che si dichiara non è facile, e occorre farlo nel modo giusto

respingere qualcuno
istockphotos

Uno spasimante o una pretendente. Un collega, un’amica. Quando qualcuno decide di farci sapere che prova dei sentimenti nei nostri confronti ma sono reciproci, diventa difficile riuscire a rifiutare senza ferire. Anzi, è praticamente impossibile. Eppure è importante respingere qualcuno in maniera delicata. Cercando di non ferire oltre il necessario.

Come respingere qualcuno

Innanzitutto, è ovvio che la delicatezza è riservata a chi si comporta in modo rispettoso. Se il/la potenziale pretendente è insistente e in qualche modo inopportuno, un rifiuto netto è necessario. Tuttavia quando quel qualcuno è rispettoso e corretto, riservargli della delicatezza è il modo migliore di ‘alleggerire il colpo’. E magari riuscire a continuare ad avere un rapporto sereno, anche se non amoroso. Dunque, innanzitutto è fondamentale essere chiari, e non creare aspettative. Occorre farlo in modo gentile, ma mettendo chiaramente in luce quali sono i limiti oltre ai quali non volete andare. Non date la colpa a fattori ‘esterni’ o alle circostanze: non è perché ‘non è il momento’, ma perché una relazione con questa persona non è ciò che desiderate. Questo messaggio deve passare senza possibilità di altre interpretazioni.

Se infatti si lascia qualche possibilità (anche remota) o si imputa alle circostanze il rifiuto si potrebbe innescare un circolo vizioso di illusioni che porterebbero la persona in questione a non perdere la speranza. Inoltre, se si respinge qualcuno in modo diretto (ma educato) difficilmente questa persona avrà qualcosa da obbiettare. Far nascere discussioni in questi contesti può essere molto spiacevole e può incrinare definitivamente un rapporto. La semplicità di un ‘no, non voglio questo da noi’ è inoppugnabile, ed è rispettosa dei sentimenti dell’altro.

Inoltre, è importante che il dialogo avvenga di persona, per evitare fraintendimenti di ogni genere. Niente messaggi o email che si possono interpretare in mille modi. Niente telefonate in cui non si può vedere la gestualità, la mimica facciale, l’espressione. Ovviamente la reazione dell’altro non è del tutto prevedibile. Ma in linea di massima se il vostro rifiuto è stato diretto e delicato è molto più probabile che venga incassato senza strascichi.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag