Pubblicato il

Come pulire bene la doccia

Per pulire bene la doccia ci sono una serie di consigli e piccoli trucchi che non tutti usano regolarmente, ma che sono preziosi

pulire bene la doccia
istockphoto.com

Per avere un bagno accogliente e igienizzato, occorre pulire bene la doccia e farlo regolarmente. Non c’è niente di più sgradevole, infatti, che entrare in un bagno sporco e trascurato. Tuttavia, non tutti conoscono i giusti metodi per pulire in modo efficace. E spesso le superfici restano comunque opache o macchiate di calcare o altro. Vediamo allora quali sono i trucchi e i consigli degli esperti per pulire bene la doccia.
Per prima cosa, occorre rimuovere i capelli dallo scarico che non dovranno essere gettati nel water, bensì nella spazzatura. Si può usare una gruccia appendiabiti in metallo o un oggetto lungo e sottile come un uncinetto. Se possibile svitare il tappo dello scarico, altrimenti infilare semplicemente lo strumento nella griglia e tirare fuori i capelli fino a quando lo scarico non risulterà completamente libero. Questa operazione andrebbe fatta almeno una volta a settimana.
Dopo aver rimosso i capelli, sarà bene versare nello scarico un detergente dedicato. Servirà a sciogliere gli eventuali residui rimanenti. Il disgorgante più aggressivo dovrebbe essere usato almeno una volta al mese. Con una corretta e regolare pulizia gli scarichi dovrebbero funzionare bene. In caso di intasi più seri, sarà meglio chiamare un idraulico.

Consigli utili per una pulizia accurata

Per una pulizia accurata della doccia (e della tenda doccia se l’avete) si prosegue svuotandola di tutti gli oggetti presenti: bagnoschiuma, shampoo, spugne, rasoi. Bisogna dapprima pulire con un panno tutti i contenitori in plastica per rimuovere eventuale muffa e acqua in eccesso. Avere troppi oggetti nella doccia rende più difficile mantenerla pulita, quindi meglio buttare tutti i prodotti esauriti e gli oggetti che non si utilizzano.
Risciacquare le pareti della doccia con acqua calda per rimuovere capelli e sporcizia superficiale e in seguito spruzzare un detergente spray da lasciare agire 10/15 minuti prima di risciacquare. I prodotti di pulizia sono pericolosi se inalati, quindi durante queste operazioni è sempre consigliabile lasciare la finestra aperta e l’eventuale ventilazione accesa.
Per pulire le fughe delle piastrelle macchiate o piccoli punti difficili, possiamo servirci di un vecchio spazzolino. Assolutamente sconsigliate, invece, spazzole metalliche e retine, che possono graffiare le pareti.
A questo punto non resta che pulire il box doccia, la rubinetteria e i soffioni. Per questi elementi, l’ideale è un detergente anticalcare, che lucidi le superfici e le faccia risplendere. Attenzione, però, a quelli troppo aggressivi, specialmente per la rubinetteria.

Prodotti in commercio e soluzioni fai da te

La scelta di prodotti specifici per una pulizia completa della doccia è veramente molto vasta, ma bisogna anche considerare la possibilità di preparare in casa dei detergenti naturali ottenendo risultati altrettanto efficaci e sicuramente più ecologici e sicuri. Per ogni prodotto specifico presente sul mercato esiste una valida soluzione fai da te.

Scarico intasato. La soluzione commerciale è Mister Muscle disgorgante. Grazie alla sua formula in gel, penetra in acqua stagnante e scioglie tutti gli ingorghi liberando i tubi. Previene i danni causati dalle incrostazioni di calcare senza intaccare le tubature.

La soluzione casalinga si ottiene, invece, diluendo 60 ml di ammoniaca in un litro di acqua bollente. Si versa il liquido nello scarico per sciogliere ogni ostruzione residua. Poi si risciacqua con acqua molto calda e si lascia un po’ il rubinetto aperto per vedere se l’acqua rifluisce verso l’alto. In questo caso l’operazione va ripetuta per eliminare l’ostruzione.

Pareti della doccia. Un valido prodotto in commercio, che può essere utilizzato anche per le superfici della cucina, è il Viakal Igienizzante Spray. Rimuove calcare, residui di sapone e macchie d’acqua, in più è antibatterico. Rispetta le superfici, prevenendo la formazione del calcare per un risultato davvero brillante.

Altrimenti mescolare 250 ml di aceto, 100 g di bicarbonato di sodio, 250 ml di ammoniaca e 5-6 litri di acqua molto calda. Utilizzare la soluzione con uno spruzzino e procedere come con un normale detergente.

Fughe delle piastrelle. Se si deve effettuare una pulizia profonda, sarà meglio affidarsi a un detergente specifico come il pulifuga Camp. Perfetto per tutte le fughe, bianche o colorate, su ceramica, gres porcellanato, cotto e mosaico. Elimina annerimenti, muffa, calcare, macchie e residui di stucchi e pittura.

Per le pulizie successive si può diluire una parte di candeggina in due parti di acqua, strofinare con un vecchio spazzolino da denti o con una spazzola specifica e risciacquare abbondantemente.

Rubinetteria. Tra i prodotti in commercio Cif detersivo per acciaio è quello con il miglior rapporto qualità/prezzo. Grazie alla sua formula con agenti lucidanti pulisce a fondo e rimuove calcare e macchie d’acqua, restituendo una brillantezza unica nel pieno rispetto delle superfici.

In alternativa preparare una miscela di aceto e acqua molto calda in parti uguali. Strofinare con un panno imbevuto di questa soluzione effettuando movimenti circolari. Asciugare poi con un panno pulito.

Soffione della doccia. Se si vuole eliminare il calcare rapidamente la scelta giusta è lo Smac Express scioglicalcare. Si tratta di una schiuma spray che, oltre a pulire, rallenta la formazione del calcare creando uno scudo protettivo sulla superficie trattata.

Se si ha più tempo a disposizione, si può versare dell’aceto bianco in un sacchetto di plastica da 4 litri (quelli per il congelatore) e immergere il soffione avendo cura che la parte con i fori sia completamente nell’aceto. Chiudere il sacchetto con un elastico e lasciare agire tutta la notte, poi aprire il rubinetto in modo che il flusso massimo attraversi il soffione e fare scorrere l’acqua almeno un minuto per eliminare ogni residuo.

Porte della doccia. La pulizia della porta risulta molto più semplice se si ha cura ogni volta che si fa la doccia di asciugarla. In questo modo si evita la formazione di gocce di calcare su vetri e piastrelle. Un valido aiuto può essere il lavavetri Zindoo. Realizzato in acciaio inox, asciuga in modo rapido e semplice. La parte morbida in silicone garantisce una perfetta scorrevolezza sulla superficie da trattare. Utilissimo il sistema di aggancio a ventosa che permette di appenderlo senza dover bucare le mattonelle. Si può utilizzare anche su finestre, specchi, vetri, piastrelle, ceramiche e superfici in marmo.

Per la pulizia vera e propria, applicare su tutta la superficie una miscela di 15 ml di aceto bianco e 200 g di bicarbonato di sodio e lasciare agire per un’ora. Strofinare con un panno morbido prima di risciacquare con cura. Infine asciugare con un panno pulito per non lasciare macchie o aloni.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie CasaTag