Pubblicato il

Profumo di cibo per togliersi la voglia di buono

Una recente ricerca dimostra che il profumo di cibo può aiutare a togliersi la voglia di spuntini a base di prodotti deliziosi ma poco salutari

profumo di cibo
Voyagerix-istock

Chi segue una dieta sa bene che uno dei segreti per raggiungere il proprio obbiettivo è quello di essere ligi e costanti. Bisogna ridurre il cibo spazzatura ed evitare di fare strappi. Niente spuntini poco salutari e tanto rigore. Resistere alle tentazione, però, talvolta è davvero difficile. Specialmente quando si viene inebriati da un profumino invitante. I sensi del gusto e dell’olfatto, infatti, sono strettamente legati. La percezione dell’odore influenza profondamente quella del sapore rendendo difficile, talvolta, capire se si sta gustando un cibo mangiandolo o anche solo annusandolo. Basandosi su questo assunto, una recente ricerca, di cui il Business Insider ha spiegato i risultati, avrebbe individuato un modo interessante per controllare la fame soltanto con il profumo di cibo.

Ultimo aggiornamento il 29 Agosto 2020 14:57

Il profumo di cibo aiuta a ridurre gli spuntini di troppo

E’ cosa nota che l’esposizione al profumo di un cibo che piace faccia venire voglia di mangiarlo. Quando si sente l’odore di un dolce, di un succulento hamburger o di croccanti patatine fritte viene immediatamente l’acquolina in bocca. La tentazione di togliersi la voglia è tanta e, spesso, si rischia di cedere. Specialmente quando si sta a dieta e si cerca di fare qualche sacrificio alimentare. Una recente ricerca dell’Università del Sud della Florida ha studiato gli effetti dell’esposizione al profumo di cibo. Ed ha scoperto qualcosa di molto interessante. Specialmente per chi desidera seguire una dieta.

nuova dieta

Lo studio si è svolto all’interno di una stanza in cui ad intervalli regolari veniva erogato il profumo di cibi deliziosi ma poco salutari alternato a quello di alimenti sani. Coloro che annusano i profumi erogati per circa 30 secondi finivano per avere voglia di mangiare il cibo di cui avevano inalato l’odore. Ma se l’esposizione allo stesso profumo veniva prolungata fino a due minuti si otteneva esattamente l’effetto contrario. E chi aveva annusato più a lungo il profumo di uno snack poco salutare finiva per desiderarne, invece, uno più sano. Sentire l’odore di un prodotto per un tempo prolungato, dunque, toglie la voglia di mangiarlo. In questo modo, per evitare strappi alimentari di troppo, potrebbe essere sufficiente annusare un cibo che piace per un paio di minuti. E sarà un po’ come se lo si fosse gustato davvero. Semplice ma utile.

A dieta con il profumo di cibo

Lo studio dimostrerebbe, dunque, che quando non si ha realmente fame, l’olfatto influenza lo stimolo dell’appetito. Per togliersi la voglia di qualcosa di buono basterà sentirne il profumo per un paio di minuti. In questo modo la voglia passerà. E si avrà la soddisfazione di non aver ceduto alla tentazione. Questo accade perchè i centri di ricompensa nel nostro cervello non distinguono la natura degli stimoli provenienti da diversi sistemi sensoriali.  La fragranza di un cibo che piace, dunque, può donare la stessa soddisfazione provocata dal suo sapore. Per confermare i risultati dello studio i ricercatori hanno condotto alcuni esperimenti anche in caffè e supermercati. Gli effetti degli odori percepiti dalle persone presenti si sono rivelati analoghi. Dimostrando, ancora una volta, come si possa avere la sensazione di gustare un cibo delizioso semplicemente annusandolo.

E se l’appetito è reale, ferma lo stomaco con una barretta ai cereali. E’ salutare e gustosa allo stesso tempo. Scopri su Consigli.it tra quanti tipi diversi si può scegliere.

49,00€
disponibile
1 nuovo da 49,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 29 Agosto 2020 14:57
Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie FoodTag