Pubblicato il

Pausa pranzo perfetta? Ecco cosa dovresti evitare

Per scongiurare la sonnolenza dopo il pasto meglio abolire i cibi ricchi di grassi. No anche a barrette e succhi vegetali

pausa pranzo perfetta
Courtesy of©filadendron/iStock

Mangiare sano non è sempre semplice, soprattutto quando si passa molto tempo fuori casa. La pausa pranzo, ad esempio, nella maggior parte dei casi ha luogo al lavoro, che sia a mensa, alla tavola calda al bar o al ristorante. Complice la fretta, spesso si mangia quello che capita senza troppo ragionare su calorie etc. Attenzione però a quello che finisce nel piatto perché, in realtà, può influenzare il resto della giornata. Ci sono molti cibi, infatti, che non riempiono e altri che, invece, possono causare sonnolenza. Quali sono dunque i nemici da evitare al fine di rendere la propria pausa pranzo perfetta?

Pausa pranzo perfetta, parola ai nutrizionisti

A fornire utili consigli in merito è stato il Business Insider che, intervistando esperti nutrizionisti, ha fatto luce su quelli che sono gli errori più comuni. “Sono tante le persone che, al fine di dimagrire rapidamente, tendono a tagliare le calorie” – ha detto Rachel Fine, dietista e proprietaria di To The Pointe Nutrition. “Succede soprattutto nei primi pasti della giornata visto che la mente è presa dal lavoro e il cibo non rientra nella lista delle proprietà”. Molto spesso, infatti, si ricorre al consumo di barrette dietetiche come sostituto di un pasto. In realtà non si tratterebbe di una scelta saggia.

Mangiare troppo poco durante le prime ore del giorno non farà che aumentare il senso di fame che, probabilmente, esploderà nel momento in cui si uscirà dal lavoro e le nostre menti inizieranno a rilassarsi. Questo ci rende vulnerabili ed è frequente soprattutto in caso di diete particolarmente restrittive” – ha aggiunto.

Succhi vegetali? Meglio evitarli

Molte diete invitano sostituire il classico pranzo con dei succhi vegetali spacciandoli per pasti completi. In realtà non sono in grado di saziare per il resto della giornata. Il dietologo Whitney Stuart ha dichiarato: “Non c’è nulla in quel liquido che ti sostenga. Piuttosto pensa a un frullato, uno equilibrato, contenente fibre, proteine e grassi. Così facendo è possibile renderlo più nutriente e soddisfacente”.

Come ottenere bevande salutari? Basta un buon frullatore

Il pasto ideale

Attenzione a non eccedere con i carboidrati. Erin Assenza, educatore alimentare, ha dichiarato: “Alimenti come bagel, pasta e pizza, possono far salire e poi scendere bruscamente i livelli di zucchero nel sangue. Ciò, inevitabilmente, andrà ad aumentare il desiderio di zucchero nelle ore successive il pasto per riportare la glicemia alla normalità”. Come ovviare al problema? “Consiglio di mangiare un’insalata ricca di proteine sane, grassi e molte verdure, una zuppa a base di verdure con proteine, o carne magra con un contorno di verdure” – ha aggiunto Erin.

Lunch Box ECO-BIO Realizzato con Gluma del Riso 700 ML ● Lunch Box con 2 Scomparti Atossico Inodore BPA FREE ● Porta Pranzo Packed Lunch SET Posate INCLUSO ● OK per Microonde/Lavastoviglie (marrone)
Lunch Box ECO-BIO Realizzato con Gluma del Riso 700 ML ● Lunch Box con 2 Scomparti Atossico Inodore BPA FREE ● Porta Pranzo Packed Lunch SET Posate INCLUSO ● OK per Microonde/Lavastoviglie (marrone)
Prezzo: EUR 17,99
Stai risparmiando: EUR 4,00!


Bilanciare i nutrienti per mangiare più sano

Il modo migliore per rendere la pausa pranzo perfetta sarebbe combinare proteine, carboidrati e grassi. “Se opti per un consistente piatto di pasta, entro le 15.00 vorresti usare la scrivania a mo’ di letto” – ha dichiarato Bonnie Taub-Dix, autrice del libro “Read it before you eat it: taking you from label to table”. Lo stesso vale se si opta per un pasto eccessivamente calorico: nel consumarlo potresti sentirti soddisfatto ma anche più stanco. “Sono tante le alternative al classico fast food, altrettanto veloci ma decisamente più salutari” – ha precisato l’esperta.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag

Articoli correlati