Pubblicato il

Liechtenstein, celebrazioni per i 300 anni del Principato

Quest’anno ricorre un compleanno importante per il Principato: tra le numerose iniziative le mostre da non perdere e una nuova rete di sentieri

Liechtenstein, villaggio di Balzers
©iStockphoto

Il Principato del Liechtenstein celebra quest’anno i 300 anni dalla nascita. Nacque infatti nel gennaio del 1719, quando la contea di Vaduz e la signoria di Schellenberg furono unite. Questo grazie al decreto dell’imperatore del Sacro Romano Impero Carlo VI. Con un’area geografica totale di 160 km quadrati e una popolazione di circa 38mila abitanti, il Liechtenstein è uno dei paesi più piccoli al mondo. Ecco l’occasione giusta per visitare l’unica monarchia dell’arco alpino. Pronta a raccontare la sua storia attraverso iniziative diverse. Tra cui l’inaugurazione di un nuovo sentiero che percorre tutti e 11 i comuni del piccolo Stato.

Liechtenstein, i festeggiamenti

Incorporato nella Confederazione Germanica come Stato indipendente dopo il Congresso di Vienna, il Liechtenstein è oggi uno dei paesi più industrializzati del mondo. Vanta il prodotto interno lordo pro capite più alto del pianeta. Ed è uno dei cinque paesi privi di debito pubblico. Una serie di eventi, mostre e iniziative caratterizzano il suo 300esimo compleanno. Al Museo Nazionale Landesmuseum l’esibizione in corso “1719: 300 anni del Principato del Liechtenstein” si concentra sul momento fondativo del principato. E lo fa con ricerche storiche, documenti e oggetti, approfondendo anche le conoscenze sulla vita quotidiana, l’arte, l’architettura e la scienza del tempo.

Il prossimo 26 maggio, invece, verrà inaugurato il nuovo “Sentiero del Liechtenstein”, per raggiungere, lungo un unico cammino, i punti più significativi e belli del paese e scoprendone la storia. Il percorso attraversa tutti e 11 i comuni del Liechtenstein. E sfrutta la rete sentieristica già esistente. A completare il tutto la nuova App LIStory. Grazie alla tecnologia il viaggio diviene dunque ancora più affascinante. Presso l’antico castello romano di Schaan, ad esempio, l’applicazione fornirà gli adeguati ragguagli storici. Grazie alla realtà aumentata sarà possibile entrare virtualmente nel castello di Vaduz, residenza dei Principi del Liechtenstein, ed esplorarne le stanze con l’aiuto di immagini a 360°.

Ultimo aggiornamento il 17 Luglio 2019 1:46

A settembre è prevista la mostra “Liechtenstein. Del futuro del passato” L’esposizione è concepita come una sorta di dialogo fra collezioni. E vedrà relazionarsi diverse opere delle collezioni del Principato del Liechtenstein, del Museo d’Arte del Liechtenstein e della Hilti Art Foundation. I capolavori da ammirare arriveranno dalla collezione privata dei principi del Liechtenstein, e comprendono opere di Picasso, Rubens e Holmqvist.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie ViaggiTag