Pubblicato il

Vitamina B12, vegani e vegetariani a rischio

Chi segue una dieta priva di cibi di origine animale può andare incontro a un deficit di questa sostanza nell’organismo. Come e quando intervenire

vitamina b12
Courtesy of©NatchaS/iStock

La vitamina B12 è indispensabile per il benessere del nostro organismo: è fondamentale per la sintesi dei globuli rossi e, inoltre, potenzia il sistema immunitario e quello circolatorio. Non sempre però è facile assumerla. In caso di carenza si possono manifestare sintomi come stanchezza, riduzione dell’appetito, giramenti di testa e palpitazioni cardiache. Non bisogna dunque sottovalutare mai i campanelli di allarme. Se non tenuta sotto controllo, secondo il sito express.co.uk, questa condizione potrebbe compromettere il funzionamento del sistema cardiovascolare e causare infertilità. Al fine di scongiurare il problema basta seguire una dieta equilibrata.

VITAMINA B12 Vegavero® | 1000 mcg | formato SPRAY: pratico e tascabile | Assorbimento immediato | Dura 2 mesi | Gusto Ciliegia | Vegan
VITAMINA B12 Vegavero® | 1000 mcg | formato SPRAY: pratico e tascabile | Assorbimento immediato | Dura 2 mesi | Gusto Ciliegia | Vegan
Prezzo: EUR 18,90
Stai risparmiando: EUR 6,00!


Conosci i benefici della vitamina B?

Vitamina B12, soggetti a rischio

Stando a quanto dichiarato dalla British Nutrition Foundation la vitamina B12 si trova in quasi tutti gli alimenti di origine animale (carne, pesce, prodotti caseari e uova). Il problema dunque si pone per i vegetariani e i vegani. Infatti, secondo il NHS Trusts, sarebbero proprio i soggetti appartenenti alle suddette categorie ad essere maggiormente a rischio. Come possono dunque assicurarsi il giusto dosaggio?

Secondo The British Dietetic Association (BDA) i primi possono ricorrere a uova, latte e formaggi mentre, i secondi, dovrebbero consumare prodotti come bevande vegetali (‘latte’ di soia, riso e avena) nonché alcuni cereali etc.

Vuoi un seno alto e sodo? Le creme effetto push up

Integratori, attenzione al dosaggio

Qualora la dieta non dovesse essere sufficiente a fornire il fabbisogno giornaliero necessario per vivere in salute, è possibile assumere un supplemento di vitamina B12 per via orale o tramite iniezioni. Se si opta per degli integratori, il Dipartimento della Salute invita a prestare la massima attenzione al dosaggio. Esagerare con le quantità, infatti, potrebbe rivelarsi dannoso. Bisognerebbe dunque tenere a mente che il fabbisogno medio giornaliero di vitamina B12 è pari a 2 microgrammi. Tuttavia, prima di ricorrere all’uso di tali integratori, è opportuno effettuare le dovute analisi necessarie per verificare una sua eventuale carenza. In caso di esito positivo, è preferibile rivolgersi al proprio medico per definire il miglior iter da seguire.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag