Pubblicato il

Come pulire i tappeti in seta

I consigli degli esperti per la pulizia, cura e manutenzione dei tappeti in seta, belli, preziosi e raffinati, ma anche molto delicati

tappeti in seta
istockphoto.com

I TAPPETI IN SETA

I tappeti in seta hanno una lucentezza naturale e una consistenza morbida che non può essere battuta da altri materiali. Composta in gran parte da una proteina chiamata fibroina, la seta è anche sorprendentemente forte. In termini di resistenza alla trazione, le fibre di seta possono persino competere con i filati d’acciaio.

Ultimo aggiornamento il 28 Agosto 2020 13:26

COME PULIRE I TAPPETI IN SETA

Tuttavia, è importante sapere come pulire correttamente i tappeti di seta. Le fibre di seta perdono molta della loro forza quando sono bagnate. Inoltre, non sono molto elastiche e sono facilmente danneggiabili a causa di abrasioni, calore e sostanze chimiche aggressive. In alcuni casi, anche solo l’acqua può danneggiare la seta.

CONSIGLI UTILI PER LA PULIZIA E LA CURA

Naturalmente i tappeti in seta, specialmente quelli in pura seta, sono spesso preziosi, rendendo imperativo trattarli con cura. La migliore linea guida per mantenere in ottime condizioni i tappeti di seta è, in primo luogo, tenerli fuori dai guai. Non collocarli in luoghi dove potrebbero essere soggetti a traffico intenso o a frequenti versamenti. Sarebbe infatti necessaria una pulizia più frequente che potrebbe causare danni irreparabili. Inoltre, occorre tenete i tappeti di seta fuori dalla luce solare diretta. Tale condizione può far sbiadire i colori e indebolire le fibre di seta.
Bisognerebbe aspirare spesso i tappeti di seta, raccogliendo lo sporco prima che possa penetrare nelle fibre. Tuttavia, non si dovrebbe usare una spazzola a rullo o un battitore. Un’altra alternativa sicura è quella di seguire la via più tradizionale. Ovvero appendere un tappeto di seta all’esterno e batterlo per rimuovere polvere e sporcizia.

Ultimo aggiornamento il 28 Agosto 2020 13:26

COME PULIRE LE MACCHIE

Per macchie molto serie, non bisogna esitare: chiamiamo un addetto alle pulizie professionale. E’ meglio affrontare il problema con esperti. Per le macchie meno impegnative, possiamo scegliere di rischiare il trattamento a casa. Per quanto riguarda tutte le macchie, più velocemente agiamo, più è probabile avere successo. Quindi non aspettiamo che una macchia liquida si asciughi prima di trattarla. Per prima cosa occorre utilizzare un tampone assorbente o un tovagliolo di carta per asciugare il più possibile il liquido. Non strofiniamo.

Quindi riempiamo una bottiglia spray con una soluzione di parti uguali di acqua e aceto, assicurandoci che la soluzione sia al massimo o tiepida. Nebulizziamo pesantemente l’area interessata e asciughiamo l’umidità. Ripetiamo questo processo fino a quando la macchia incriminata non è stata completamente rimossa. Quindi lasciamo asciugare il tappeto in modo naturale.

COSA EVITARE NELLA PULIZIA DEI TAPPETI IN SETA

In termini di pulizia dei tappeti di seta, ci sono alcuni gravi errori da non commettere. In primo luogo, non bisogna usare detergenti enzimatici. La seta è costituita in gran parte da proteine, quindi questi detergenti possono danneggiare le fibre di seta. Non bisogna usare acqua calda o vapore; il calore può causare il restringimento della seta. Non bisogna strofinare, strizzare o strofinare il tappeto per non danneggiare le sue fibre. Non ripiegare o stirare il tappeto, per evitare di modificarne permanentemente la forma. Non considerare mai l’applicazione di candeggina a base di cloro alla seta; non causerà solo perdita di colore, ma distruggerà le fibre. Non mettere mai il tappeto in ammollo, nemmeno nell’acqua.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie CasaTag