Pubblicato il

Nespole giapponesi, il benessere in un frutto

Un frutto di stagione che vale la pena consumare in abbondanza

nespole giapponesi
istockphotos

Le nespole giapponesi sono un frutto che si può acquistare tra la fine di maggio e l’inizio dell’estate. Sono simili alle albicocche, ma hanno una sommità con un piccolo ‘ciuffetto’ che le distingue. All’interno, presentano diversi noccioli di un lucido nero bronzeo. Il sapore è dolce e acidulo. Il loro nome botanico è Eriotroba japonica (nespolo giapponese).

Ne facciamo un identikit tanto preciso perché nella nostra lingua si definisce nespola anche un altro frutto, ovvero quello che nasce dal Mespilus germanica (nespolo europeo). In verità si tratta di due frutti diversi, che nascono da piante differenti. Il secondo, per intenderci, è quel frutto autunnale molto dolce, meno diffuso dal punto di vista commerciale. Esteticamente è più simile ad una piccola mela, e si consuma solo dopo averlo fatto maturare per settimane.

Nespole giapponesi, perché fanno bene

Detto ciò, vogliamo soffermarci sulla nespola giapponese. Perché è lei la protagonista di questa stagione. Ed è lei ad apportare i benefici più utili durante i mesi estivi. Questo frutto è infatti un ottimo remineralizzante, perfetto per compensare la perdita di minerali che avviene con la sudorazione. È infatti ricca di potassio, e, sebbene in quantità minori, di fosforo e magnesio. Il suo colore dichiara esplicitamente la presenza di vitamina A (e C), che si traduce in proprietà antiossidanti, alleate del benessere generale perché stimolanti della rigenerazione cellulare. In generale, si attribuiscono a questi frutti proprietà regolatrici della mobilità intestinale. Una peculiarità è che quando si consumano da acerbe le nespole sono particolarmente astringenti. Mentre se si mangiano ben mature possono essere blandamente lassative. Non dimentichiamo infine l’abbondanza di acqua, che le rende idratanti.

Leggi le nostre ricette con le nespole

Ideali da consumare come snack, a volontà, ma anche curiosamente utili per variare sulle ricette dolci più tradizionali. Con le nespole giapponesi infatti si possono preparare deliziose marmellate e creme alla frutta, ottima alternativa alla più classiche composte. Ma anche nelle foglie della pianta del nespolo giapponese si nascondono importanti proprietà fitoterapiche. Il loro estratto è infatti impiegato in erboristeria per prodotti espettoranti e mucolitici, alleati in caso di tosse. Infine, si possono trovare gli estratti di nespola giapponese anche nelle creme per la pelle lenitive e anti-arrossamenti.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag