Pubblicato il

Chi si somiglia… si piace

Gli studi sulla somiglianza fisica tra coppie sono tantissimi, e sono spesso curiosi

somiglianza
istockphotos

Con ‘gli opposti si attraggono’ e ‘chi si somiglia si piglia’ sembra che la saggezza popolare sia decisamente divisa tra due estremi. Quale di questi detti è più attendibile se applicato alla coppia? Sembra essere la seconda versione quella più accreditata: gli studi sulla somiglianza tra coppie sono tantissimi. Il tema affascina, ed è empiricamente dimostrabile, basta guardarsi attorno. A volte la somiglianza è davvero impressionante, specialmente tra le coppie gay e lesbiche. Ma anche negli amori etero la similarità può essere sorprendente. Tanto che, riporta il Time, ci sono coppie che effettuano test del DNA (una moda al momento negli USA) per essere sicuri che non ci siano gradi di parentela con il partner.

La somiglianza rende attraenti

In verità il tema della somiglianza tra partner non è l’unico. Secondo uno studio anche la similitudine con i propri genitori influisce, secondo un altro con i fratelli. Il punto rimane lo stesso: quello di considerare ‘attraente’ una fisionomia familiare, in cui ci si riconosce. Naturalmente si tratta di un processo inconscio. In uno studio realizzato nel 2013 sono state mostrate ai soggetti le foto di persone a cui erano stati cambiati alcuni connotati. Quando dovevano indicare chi trovavano più attraente, i soggetti sceglievano quasi sempre i volti nel cui composit c’era anche una parte di loro stessi. Ovvero, senza rendersene conto indicavano come attraenti i volti che presentavano, per esempio, le loro labbra, o il loro naso.

Uno studio del 1987, divenuto una pietra miliare nella ricerca su questo tema, ha sottolineato come le coppie di lunga data tendano ad assomigliarsi sempre di più nel tempo, riporta sempre il Time. Non solo perché, come facilmente intuibile, si fa shopping negli stessi negozi, o si hanno le stesse abitudini. Ma anche perché si mostrano sul viso i segni di espressione relativi alle emozioni vissute insieme. Anni di sentimenti condivisi hanno portato ad avere la stessa espressività, e quindi gli stessi segni sulla pelle. Un aspetto tremendamente romantico della questione.

E i famosi opposti che si attraggono?

Ma torniamo alla domanda iniziale: in cosa si attraggono dunque i proverbiali opposti? In verità, sottolinea lo psicologo Justin Lehmiller, è molto comune che si graviti attorno a persone ‘familiari’, simili a noi o a qualcuno che amiamo (genitori, fratelli). Tuttavia è probabile che dal punto di vista caratteriale cerchiamo la differenza, l’opposizione in alcuni tratti. Molte coppie infatti si bilanciano meglio quando uno dei due è più ‘dominante’ e uno ‘remissivo’. Oppure quando uno è ‘estroverso’ e l’altro ‘introverso’. Uno ‘pratico’ e uno ‘astratto’. Ma questi sono aspetti che si definiscono nel tempo, mentre l’attrazione, che si basa più su un ‘istinto’, cerca la somiglianza.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag