Pubblicato il

Come lavare i capi in seta senza danneggiarli

Consigli utili degli esperti per lavare ed asciugare i capi in seta senza rischiare di danneggiarli

capi in seta
istockphoto.com

Durante l’estate tutti vanno alla ricerca di abiti freschi e leggeri da indossare e i capi in seta rispondono a questa esigenza. Sottili ed eleganti, si possono adattare a qualsiasi look e sono molto graziosi.
La seta è una fibra tessile che viene impiegata sia pura che mista ad altre fibre. Nel caso della seta pura, i capi sono sicuramente più preziosi e delicati.
Sono tanti gli indumenti realizzati in seta: si va dall’intimo ai vestiti eleganti da cerimonia, passando per sottogiacca, gonne, sciarpe, maglie e pantaloni. Ma non è un tessuto utilizzato solo per l’abbigliamento, infatti lo troviamo molto spesso nelle nostre case a impreziosire tende, divani, cuscini e letti.
La seta può essere liscia e lucente o morbida ma opaca. Dipende dalla lavorazione. In ogni caso, si tratta, come già detto, di un tessuto delicato e, come tale va trattato. Tuttavia, le istruzioni di lavaggio non sempre ci vengono in aiuto. Sulle etichette dei capi in seta sembra che i brand appongano la dicitura “a secco” solo per tutelarsi. Negli indumenti in seta, ad esempio, alcune etichette indicano “solo lavaggio a secco”. Altre, invece, dicono che sono adatte al lavaggio a mano e persino in lavatrice. E’ chiaro che esistono vari tipi di seta… ma come comportarsi?

Come lavare e asciugare i capi in seta

Per capi in seta adatti al lavaggio a mano, bisogna utilizzare un detergente delicato per tessuti colorati. L’acqua deve essere fresca o tiepida. Per lavarli in lavatrice, invece, utilizzeremo un ciclo delicati oppure, se presente, lo specifico programma per la seta. Assicuriamoci anche di optare per una bassa temperatura. Se proprio vogliamo usare la centrifuga, il ciclo deve essere molto lento.

La cosa migliore sarebbe lasciare asciugare i tessuti in modo naturale. Tuttavia, è bene non appendere mai la seta alla luce diretta del sole poiché ingiallisce e le fibre si indeboliscono. E’ consigliabile stendere i capi all’aria aperta, ma in una zona ombreggiata.

L’eleganza della seta

La seta è da sempre sinonimo di eleganza e fascino. Sin da quando era lavorata e utilizzata per realizzare gli abiti degli imperatori in Oriente, fino a oggi che porta un tocco di classe inconfondibile nelle nostre case e nei nostri guardaroba. A distinguerla da tutti gli altri tessuti è la sua lucentezza che deriva dalla combinazione di fili di colore diverso usati in ogni trama; e la morbidezza, che le permette di seguire il corpo avvolgendolo dolcemente. Queste caratteristiche rendono la seta il tessuto preferito per il corredo notturno: intimo, pigiami, lenzuola, federe…

Oltre all’indubbia eleganza, bisogna ammettere che è molto confortevole dormire tra lenzuola di seta. Le federe in particolare sono la garanzia di un sonno di qualità. Con la federa Hairworthy, per esempio, realizzata in pura seta di gelso, i capelli traggono giovamento risultando al risveglio morbidi e idratati e lo stesso avviene per la pelle del viso su cui non si evidenziano rughe o segni del cuscino. Questo perché, oltre a essere un tessuto ipoallergenico, quindi adatto anche alle pelli più sensibili, la seta con la sua morbidezza annulla ogni attrito e sfregamento dovuti ai movimenti durante il riposo notturno. Le sue proprietà naturali regolano, inoltre, la temperatura così da mantenere una freschezza senza eguali. Tutto questo con il classico cotone non accade.

La federa di ElleSilk è in seta su entrambi i lati e progettata con chiusura a busta, senza bottoni o cerniere, che la rende molto comoda mentre si dormire, oltre a mantenere la stessa ottima qualità dopo il lavaggio o la pulizia a secco.

Con l’intimo e i pigiami aggiungiamo al confort e all’eleganza che già la seta ci regala una dote in più: la seduzione. Perfetto il set da due pezzi in pura seta composto dalla vestaglietta liscia e la camiciola corta con spalline sottili che si incrociano sulle spalle e il profondo scollo che scopre la schiena. Il bordo superiore è impreziosito dal pizzo con colore in contrasto: nero sulla variante cammello, avorio sulle varianti rosso e nero.

Infine, come non parlare di un accessorio che ormai vediamo al collo di donne, uomini e bambini: la pashmina. Presente in tutte le stagioni per il suo tessuto delicato, rappresenta anche un’ottima idea regalo. Che la si preferisca classica o supercolorata c’è solo l’imbarazzo della scelta! Ci sono quelle adatte a impreziosire un outfit in un’occasione importante come può esserlo una cerimonia e quindi diventano stole o coprispalle; la si può scegliere per il tempo libero da mettere sul giubbino di jeans, oppure al parco come fascia per i capelli.

La proposta di Invisible World offre un ottimo rapporto qualità/prezzo. La sciarpa da donna ha colori vividi e ricchi ed è resa unica dalla realizzazione a mano ad opera di pittori che disegnano su seta in una regione della Cina conosciuta per l’altissima qualità dei suoi tessuti. Questa sciarpa prende forma a partire da un pezzo di seta bianca, che viene poi dipinto a mano. Viene stirata a vapore, lavata e infine i bordi vengono ripiegati e cuciti a mano. Una vera e propria arte!
Un prezioso dettaglio: la sciarpa arriva confezionata insieme ad una cartolina che spiega la storia della seta e della produzione della sciarpa.

La prova del fuoco

Una curiosità sulla seta: Per essere sicuri che si tratti di seta pura si può fare la “prova del fuoco” prendendo qualche filo di tessuto sintetico e qualche filo di seta. Bruciando i fili sintetici, questi si ritraggono formando una sorta di piccola pallina ed emanano un odore di plastica bruciata. I fili di seta, invece, bruciano più lentamente, polverizzandosi. L’odore somiglia a quello dei capelli bruciati.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie CasaTag