Pubblicato il

Quando lavare gli asciugamani da bagno

Gli asciugamani da bagno andrebbero lavati più spesso di quanto si pensa poiché ospitano una quantità sbalorditiva di batteri

asciugamani da bagno
istockphoto.com

GLI ASCIUGAMANI DA BAGNO

La gran parte delle persone cambia gli asciugamani da bagno una volta a settimana. Dunque, in coincidenza con quello che dovrebbe essere il corretto cambio delle lenzuola. Tuttavia, gli esperti di pulizia domestica spiegano che gli asciugamani andrebbero cambiati più spesso. Questo perché i batteri si moltiplica sugli asciugamani.

Ultimo aggiornamento il 21 Ottobre 2019 13:37

COSA SUCCEDE AGLI ASCIUGAMANI DA BAGNO

Usiamo il nostro asciugamano solo dopo aver fatto la doccia, lavato il viso, le mani etc. dunque non può essere sporco. E’ questa la convinzione più diffusa. E’ però una convinzione sbagliata. L’errore deriva dal fatto che con il lavaggio eliminiamo dal nostro corpo solo alcuni batteri. Lo spiega Philip Tierno, professore di patologia e microbiologia alla NYU School of Medicine. Altri batteri resteranno in vita e molti di loro finiranno proprio sul nostro asciugamano quando lo utilizzeremo.

I BATTERI SUGLI ASCIUGAMANI

Una volta che quei batteri sono lì, inizieranno a moltiplicarsi. Continueranno a crescere man mano che si usa di nuovo l’asciugamano, giorno dopo giorno. I batteri amano gli ambienti bui e umidi, quindi prospereranno in un bagno fumante con la porta chiusa. Gli scenari peggiori sono poi i casi di infezione e acne. In questi casi, ovviamente, i batteri responsabili di questi disagi si trasferiranno anche sugli asciugamani. Se si è soggetti ad acne, si dovrebbe lavare l’asciugamano ogni volta che lo usiamo. Altrimenti rischiamo di favorire il proliferare dei brufoli.

26,35€
disponibile
1 nuovo da 26,35€
1 usato da 25,29€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 21 Ottobre 2019 13:37

OGNI QUANTO VANNO CAMBIATI GLI ASCIUGAMANI DA BAGNO

Anche se usiamo l’asciugamano in maniera esclusiva, è consigliabile lavare gli asciugamani da bagno ogni due o tre giorni. Sicuramente non c’è un rischio di malattie utilizzando un asciugamano non perfettamente pulito, ma non è questo il punto. Immaginate di indossare biancheria sporca dopo aver fatto il bagno o la doccia. E’ questo che succede riutilizzando l’asciugamano dopo un paio di episodi di asciugatura.

Tra un lavaggio e l’altro, abbattiamo la crescita dei batteri lasciando asciugare completamente l’asciugamano. Più l’area della superficie è aperta all’aria, meglio si asciugherà. Se si dispone di un portasciugamani riscaldato che accelera il tempo di asciugatura, possiamo ritardare un po’ la frequenza dei lavaggi.

Ultimo aggiornamento il 21 Ottobre 2019 13:37
Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie CasaTag