Pubblicato il

Come far durare frutta e verdura più a lungo

I consigli degli esperti per far durare più a lungo frutta e verdura evitando gli sprechi alimentari inutili, che incidono sul bilancio familiare

frutta e verdura
istockphoto.com

FRUTTA E VERDURA

In estate il consumo di frutta e verdura in genere aumenta poiché si va alla ricerca di pasti più freschi e leggeri. Tuttavia, anche il deterioramento dei cibi è più rapido, proprio a causa delle alte temperature. Ognuno di noi potrebbe risparmiare circa 300 euro sulla spesa annuale se riuscissimo a ridurre la quantità di cibo che gettiamo nella spazzatura. Un risparmio che può addirittura raddoppiare se si tratta di famiglie con bambini.

GLI SPRECHI DI FRUTTA E VERDURA

È facile cadere nella trappola di buttare via quello che una volta era cibo perfettamente buono. Immagina di aver appena fatto la spesa settimanale. Mentre cerchiamo di trovare spazio nel frigorifero, scopriamo un triste assortimento di frutta e verdura dall’aspetto stanco, esiliato nel fondo del cassetto. In un attimo finirà nel cestino dei rifiuti… Con un po’ di know-how, tuttavia, questo è uno scenario che può essere evitato. Ecco come…

COME MANTENERE FRESCHE FRUTTA E VERDURA

Possiamo far durare più a lungo l’insalata in busta trasferendo le foglie in una ciotola o in un contenitore. Posizioniamo un paio di fogli di carta da cucina in cima e avvolgiamo il tutto con pellicola trasparente per escludere quanta più aria possibile. Ciò lo aiuterà a rimanere croccante e impedire che le foglie si secchino in frigorifero. Se abbiamo acquistato una lattuga intera, rimuoviamo le singole foglie e lasciamole in ammollo in una ciotola di acqua fredda per un paio d’ore. Sciacquiamole, scrolliamo via l’acqua in eccesso, quindi distribuiamo le foglie su canovaccio pulito prima di arrotolarlo. Mettiamo il tutto in una grande scatola ermetica per alimenti e teniamolo in frigorifero.

Avvolgiamo dei fazzoletti di carta umidi attorno alle basi degli asparagi o delle erbe o riponiamoli in un bicchiere con circa un centimetro di acqua. Questo li manterrà idratati e rallenterà l’avvizzimento. Non laviamo le bacche prima di riporle: aumenta le probabilità che si rovinino, poiché l’umidità favorisce la crescita dei batteri.

ALTRI CONSIGLI UTILI

Non conserviamo insieme frutta e verdura. Molti frutti, come banane, avocado e pesche, producono gas etilene, che agisce come un ormone della maturazione e può accelerare il processo di maturazione di altri prodotti. Avocado, pomodori, mango, meloni, mele e pere continueranno a maturare se lasciati fuori dal frigorifero. Mentre i frutti come uva, agrumi e bacche si deterioreranno e dovrebbero essere refrigerati.

Consentiamo ai frutti duri come le nettarine e i manghi, di maturare in una ciotola di frutta. Poi spostiamoli in frigorifero una volta che sono abbastanza morbidi da poterli mangiare per aiutare a preservarli.

Ultima idea per conservare i cibi, specialmente le erbe aromatiche e gli odori, è il congelamento. Tritiamo le cipolline e congeliamole in una bottiglia d’acqua vuota. Una volta congelati, usiamo semplicemente ciò di cui abbiamo bisogno e rimettiamo il resto nel congelatore. Tritiamo eventuali erbette rimanenti e conserviamole in una vaschetta per cubetti di ghiaccio, riempiamo d’acqua e mettiamole nel congelatore.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag