Pubblicato il

Pasti estivi, come combattere il caldo in tavola


Per sopravvivere alle roventi temperature, oltre a bere, è necessario consumare alimenti ricchi di acqua: i consigli degli esperti

cambiare abitudini alimentari
Courtesy of©iuliia_n/iStock

In estate è risaputo, il caldo mette a dura prova. Ognuno cerca di correre ai ripari come può ovvero avvalendosi di ventilatori, indossando abiti realizzati in tessuti freschi ma, spesso, non è sufficiente. Cambiare abitudini alimentari è dunque necessario al fine di tenere testa alle roventi temperature.

Cambiare abitudini alimentari aiuta a sopravvivere al caldo

Stando a quanto si legge sul magazine Madame Figaro esisterebbero dei cibi, così come delle bevande, che sarebbe meglio bandire a tavola. Spesso, quando l’afa si fa insopportabile, non si ha troppa voglia di mettersi ai fornelli e si opta per dei cibi pronti. Sbagliato. “Quando fa caldo il cibo spazzatura e qualsiasi cibo grasso, in generale, dovrebbero essere evitati. Richiedono al corpo un grande sforzo per digerirli. Questo lavoro, inoltre, aumenterà la temperatura corporea” – ha precisato la dietista Sarah Chaignaud.

Può capitare, tra un barbecue e un altro, di mangiare una bistecca. Qualora l’abitudine diventasse un po’ troppo frequente, il rischio è lo stesso che si corre con i cibi grassi: la digestione andrà ad aumentare la temperatura del corpo. Ciò non significa ritirarsi a vita privata ed evitare le grigliate: basta semplicemente prediligere il consumo di carni bianche e spiedini di maiale.

Gli accessori più utili per un barbecue perfetto

Cosa bere? Acqua, almeno 2,5 litri al giorno

L’acqua andrebbe sempre preferita a bevande come tè, caffè e birra. Il motivo? “Rendono più frequenti le visite in bagno e promuovono la disidratazione” – ha affermato la dietista Chloé Thomas. Secondo la dietista Sarah Chaignaud, a causa del sudore, è importante bere fino a 2,5 litri di acqua al giorno. Anche gli zuccheri andrebbero ridotti: “Gli zuccheri apportano calorie inutili, favoriscono la disidratazione e sono anche difficili da digerire, il che può aumentare la temperatura del corpo” – ha rivelato la Chaignaud. Torte, dolci di varia natura e persino succhi di frutta dovrebbero essere rimossi dai propri piani alimentari.

Anche le bevande alcoliche hanno il loro peso: “Disidratano il corpo a causa del loro effetto diuretico”- ha precisato la Chaignaud. In estate però si sa, tra aperitivi in spiaggia e cocktail post-cena tra amici come negarsi un bicchiere? Purché sia uno però: in tale caso via libera a un rosé. Il motivo? “Risulta essere più rinfrescante e leggermente più idratante rispetto agli altri”- ha precisato la Thomas.

Verdure, mai senza

Abbiamo dunque chiarito i cibi da evitare: cosa privilegiare quindi? Le verdure, ovviamente, sono i cima alla lista. “Sono ricche di acqua. Possiamo consumarle crude (pomodoro, lattuga, cetriolo) o cotte” – ha suggerito la Thomas.

Chi alla gola proprio non riesce a rinunciare, meglio puntare alla frutta fresca, in primis melone e anguria. O ancora via libera ai sorbetti purché preparati con acqua e frutta fresca. 

Che dire, invece, dei prodotti lattiero-caseari? Cambiare abitudini alimentari non significa eliminarli: rappresentano infatti un’importante fonte di idratazione: “I formaggi bianchi e lo yogurt naturale hanno un elevato contenuto di acqua” – ha concluso Chloé Thomas.

Ghiaccioli fai da te, quella dolce tradizione che fa tornare bambini

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag