Pubblicato il

Pulizie domestiche, anche i bimbi possono aiutare

Un po’ di sana collaborazione aiuta ed educa. Ecco in cosa possono darvi una mano i piccoli di famiglia

mansioni domestiche
istockphotos

Coinvolgere i bambini nelle mansioni domestiche ha diversi risvolti benefici. Permette loro di sviluppare alcune abilità di base, e di imparare piccole ma importanti lezioni di vita. Educa: insegna l’importanza della cooperazione, dell’autonomia, fa sentire ‘grandi’ e utili. E, naturalmente, aiuta i genitori in difficoltà con le mille incombenze quotidiane. Dunque, perché non chiedere ai piccoli di casa di dare una mano nelle attività adatte alla loro età e alle loro capacità? Ecco alcuni semplici compiti che i bambini possono svolgere.

Mansioni domestiche a prova di bimbo

Spolverare. Nulla di più facile: con uno straccio, o un piumino, togliere la polvere dalle superfici è un gioco da ragazzi. Quelli più grandicelli possono cimentarsi in scaffali e librerie, mentre quelli piccoli possono limitarsi alle superfici basse, senza oggetti fragili.

Apparecchiare la tavola. Naturalmente ai bimbi molto piccoli non affideremo calici di cristallo, ma semplicemente tovaglioli, posate, il cestino del pane. I più grandicelli possono tranquillamente preparare la tavola da soli, non ci vuole molto. E magari aiutare anche a sparecchiarla.

Fare/disfare i letti. Questa attività può richiedere l’aiuto di un adulto, oppure semplicemente ci si accontenterà di un letto malfatto, ma non implica nessuna specifica competenza e non vi è alcun pericolo. Lasciate che cambino lenzuola e federe, o che vi aiutino quando necessario.

Mettere in ordine. È probabile che metà del disordine in casa provenga da loro. Sin da piccoli, abituateli a rimettere via i giocattoli, ma chiedete anche ‘assistenza’ quando è il momento di fare ordine nel guardaroba, per esempio.

Occuparsi degli animali domestici. Questa è una mansione molto remunerativa dal punto di vista della soddisfazione. Perché il bimbo vedrà che il cane, gatto, o uccellino che sia si affezionerà, ne richiederà l’attenzione, diventerà davvero un migliore amico. Può pulire la ciotola quando è sporca, passare la cuccia con una spazzolina adesiva per rimuovere il pelo, controllare sempre che ci sia acqua a disposizione, per esempio.

Stendere il bucato. Un altro compito facile e non impegnativo: mettere i vestiti sullo stendino è semplice, magari cominciando da indumenti piccoli (slip, canotte) e non sgualcibili.

Lavare l’auto. Potrebbe essere necessaria la supervisione di un genitore, ma questa attività è probabile che piacerà ai piccoli. Ci si può bagnare, giocare con il sapone, inzuppare i vestiti: un divertente e utile passatempo estivo.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag