Pubblicato il

Come pulire la lettiera del gatto

I consigli degli esperti per pulire nel migliore dei modi la lettiera del gatto, senza rischi per la salute nostra e del nostro amico felino

lettiera del gatto
istockphoto.com

LA LETTIERA DEL GATTO

Sapere come pulire correttamente la lettiera del gatto è fondamentale per l’igiene dei nostri amici felini. Per i gatti la lettiera è una sorta di rifugio, dove svolgono la loro attività di toelette. Qui possiamo effettivamente avere informazioni sulla loro salute. E’ particolarmente utile osservare il comportamento del gatto quando si trova nella sua lettiera. Se improvvisamente esce fuori dai soliti rituali, c’è da stare allerta. Per quanto sarebbe bello ignorare questa “scatola dei bisognini” e concentrarci solo sulle adorabili fusa del nostro gatto, è importante impegnarci a pulirla la meglio.

COME PULIRE LA LETTIERA DEL GATTO

Prima di iniziare a pulire il vero e proprio contenitore, è bene guardare cosa c’è sotto la lettiera. Se scrolliamo regolarmente il tappetino per liberarci dei residui, il nostro lavoro sarà più semplice. Ricordiamoci che un’orda di batteri e parassiti troverà volentieri alloggio nella lettiera del nostro gatto. E non staranno solo lì in attesa, ma la useranno come base per raggiungere anche i componenti della nostra famiglia!

Per garantire che la lettiera per gatti sia pulita correttamente e accuratamente, seguiamo questi semplici passaggi. Per prima cosa, indossiamo guanti e una mascherina. I guanti ci aiuteranno ad evitare che la lettiera sporca e i suoi inquilini microscopici tocchino direttamente la nostra pelle. La maschera ci impedirà di respirare eccessiva ammoniaca, che una lettiera per gatti tende a produrre. La cacca del gatto va tassativamente raccolta e gettata ogni giorno e anche la pipì non deve essere tenuta molto tempo a ristagnare.

18,99€
disponibile
1 nuovo da 18,99€
3 usato da 17,66€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 10 Settembre 2019 21:17

REGOLE GENERALI DI PULIZIA

Ovviamente a chiunque può sfuggire una giornata di pulizie, ma ricordiamo che i gatti sono animali puliti e schizzinosi. A seconda della personalità del gatto, può anche capitare che decida di trattenersi fino a quando la lettiera sia pulita. Dopo diversi giorni di raccolta di rifiuti sporchi, la sabbia nella lettiera inizierà ad esaurirsi. Quando si avvicina a circa un centimetro di altezza, è tempo di aggiungerne altra.

Almeno una volta a settimana occorre svuotare e lavare completamente la lettiera del gatto. Per farlo, è essenziale svuotare l’intera scatola in un cestino. Non dimentichiamo anche in questo caso di indossare quel paio di guanti e una maschera prima di farlo. Una volta che tutta la lettiera è stata svuotata, è possibile lavarla utilizzando un detergente delicato e non profumato. Strofiniamo tutti i lati della scatola con una spugna o uno straccio e risciacquiamo con acqua calda. Possiamo aggiungere una goccia o due di aceto al detergente per aiutare a uccidere i microrganismi dannosi. Il bicarbonato di sodio è un deodorante per lettiera economico ed efficace.

ULTIMI CONSIGLI UTILI

Dopo aver accuratamente lavato e asciugato la lettiera del gatto, l’ultima cosa da fare è deodorizzarla. Un deodorante manterrà la lettiera dall’odore fresco e pulito più a lungo e il nostro gatto apprezzerà senza dubbio. Ci sono tre opzioni di base quando si tratta di deodoranti per lettiere: bicarbonato di sodio, bricchette di carbone e filtri.

Ultimo aggiornamento il 10 Settembre 2019 21:17
*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie Casa