Pubblicato il

Come pulire il portarifiuti

Se non pulito regolarmente, il portarifiuti mantiene un cattivo odore destinato a diventare disgustoso. Vediamo come pulirlo

portarifiuti
istockphoto.com

La pulizia del bidone della spazzatura

E’ sicuramente una delle faccende domestiche più fastidiose, ma pulire il portarifiuti regolarmente è necessario soprattutto se parliamo dei raccoglitori della differenziata che solitamente abbiamo in casa. Se anche facessimo parte di quel gruppo di persone che gettano i rifiuti maniacalmente dentro i sacchetti, va fatto. E’ infatti praticamente impossibile prevenire la minima fuoriuscita di liquidi e residui dal sacchetto dentro il bidone. E, in ogni caso, il cattivo odore generato dai rifiuti che contiene, tenderà a “contagiare” anche il portarifiuti.

In generale i portarifiuti si possono dividere in due grandi famiglie. Cestini interni e bidoni esterni. Essenzialmente le procedure per la loro pulizia non sono così differenti. Eliminiamo per prima cosa la spazzatura in modo che il cestino sia vuoto. Spruzziamo un detergente per tutti gli usi sulla superficie esterna del bidone della spazzatura. Va bene anche un detergente multiuso fatto in casa composto da 1 cucchiaio di detersivo per piatti e abbondante acqua calda. Spruzziamo all’interno della pattumiera lo stesso detergente universale. Assicuriamoci che ogni centimetro di quella superficie interna sia completamente imbevuto. Concentriamoci su tutte le aree con macchie di immondizia.
Per deodorare per bene il portarifiuti, possiamo seguire il seguente metodo. Prendiamo circa ½ tazza di bicarbonato di sodio e cospargiamo l’interno del bidone della spazzatura. Assicuriamoci di rivestire completamente le pareti e il fondo. Lasciamo agire per circa 5-10 minuti. Nel frattempo, prendiamo uno straccio o un panno asciutto e puliamo l’esterno del bidone della spazzatura con un motivo a “S”. Dopo aver lasciato l’interno in ammollo, prendiamo una spugna resistente e strofiniamo l’interno della pattumiera dall’alto verso il basso. Questo è un buon momento per pulire anche il coperchio del bidone della spazzatura. Prestiamo particolare attenzione ai frammenti ostinati di residui. Risciacquiamo la spugna, se necessario.

Concludere la pulizia

A questo punto, è il momento di lavare via il sapone e il bicarbonato di sodio. L’ideale è sciacquare tutto con un tubo da giardino. Asciughiamo accuratamente la pattumiera con un panno assorbente. Se abbiamo una pattumiera di acciaio inossidabile, prestiamo particolare attenzione all’esterno per garantire una brillantezza senza striature.

Il portarifiuti giusto

Ogni stanza della casa e l’esterno, può avere bisogno del suo cesto apposito.

Per il bagno è molto funzionale la pattumiera rotonda con chiusura silenziosa a pedale che garantisce al prodotto una più lunga durata. Realizzata in acciaio inox anti-impronta, ha all’interno un cestino in plastica da 5 litri facilmente estraibile per un rapido svuotamento. La base in gomma la rende più stabile.

In giardino per la raccolta differenziata un’ottima scelta è l’armadio Terry Ecocab 3 in plastica. Ha 3 ante e una capienza totale di 110 litri. Facilissimo da montare, funzionale e molto resistente. Fornito di etichette adesive (carta, plastica, vetro e umido) e di ferma sacchetti, per evitare che questi scivolino sul fondo col peso della spazzatura.

Il set da 3 contenitori per la raccolta differenziata trova facile collocazione sia all’interno che all’esterno della casa. I cestelli sono lavabili e color resistant, si attaccano fra loro grazie al velcro o si possono impilare. Hanno una capacità di 43 litri e sono provvisti di manici rinforzati oltre alla comodissima maniglia sul fondo per favorirne lo svuotamento. Il venditore offre una garanzia a vita.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie CasaTag