Pubblicato il

Dieta&sesso: i comportamenti che uccidono la libido

L’alcol e il fumo, così come una cattiva alimentazione, influiscono sul desiderio sessuale. Ecco come evitare di raffreddare la passione

killer del sesso
Courtesy of©silverkblack/iStock

Il rientro dalle ferie porta a fare i conti con specchio e bilancia. Il confronto non è indolore: i chili accumulati nei mesi estivi accendono un campanello di allarme che porta, inevitabilmente, a mettersi a dieta. Onde evitare di avere problemi sotto le lenzuola è meglio agire in maniera responsabile. Proprio così, per avere una vita sessuale soddisfacente è bene fare attenzione a cosa finisce nel piatto. E non solo. Sono tante in realtà le abitudini da rivedere per contrastare gli effetti dei cosiddetti killer del sesso.

I killer del sesso, come evitare di uccidere la libido

Il sesso richiede energia e se stai riducendo notevolmente il quantitativo di calorie, è probabile che tu non abbia performance eccellenti” – ha precisato al sito Livestrong la Dott.ssa Bonnie Taub-Dix, autrice del libro “Read It Before You Eat It”. Il discorso vale soprattutto per la dieta chetogenica le cui regole prevedono una riduzione dei carboidrati e l’aumento di proteine e grassi . Tutto ciò può avere delle ripercussioni sulla libido. “Qualsiasi dieta richieda una riduzione drastica di determinati macronutrienti o calorie – che sia la Atkins, la Paleo etc. – costringe il corpo a compensare. Il che può influire sugli ormoni e sull’umore” – ha sottolineato l’esperta.

Alcol, un freno all’orgasmo

Come evitare dunque di compromettere la propria vita sessuale? Basta correggere alcuni comportamenti. A volte, seconda la Dott.ssa Taub-Dix, si fa un uso smodato di alcolici per ridurre le inibizioni, soprattutto causate dalla propria fisicità. Attenzione però. L’alcol è un depressore del sistema nervoso centrale ergo può rivelarsi un vero killer del sesso in quanto rende più difficile raggiungere l’orgasmo. Inoltre, secondo il National Institute of Alcohol Abuse and Alcoholism, causa un calo dei livelli di testosterone. Il rischio? Può smorzare la libido. Non bisogna vivere però con l’ansia delle calorie. “Devi consumarne abbastanza da poter continuare ad allenarti ogni giorno e avere l’energia necessaria per svolgere le attività che ti piacciono, incluso il sesso” – ha precisato la Dott.ssa Taub-Dix.

No al sale, sì al peperoncino

Meglio evitare gli alimenti trasformati e prediligere piuttosto quelli ricchi di acidi grassi omega-3 (salmone, tonno, noci, semi e oli vegetali): sono in grado di stimolare la circolazione sanguigna e di aumentare i livelli di dopamina, noto come ‘l’ormone del piacere’. No al sale e sì al peperoncino che secondo la Dott.ssa Kristin Kirkpatrick, nutrizionista della Cleveland Clinic, contiene capsaicina, un composto che dilata i vasi sanguigni e favorisce l’eccitazione.

Valsoia - Olio di Soia, Per condire, 1 l
Valsoia - Olio di Soia, Per condire, 1 l
Prezzo: EUR 4,30


I fumo fa male al sesso

Il fumo è risaputo, nuoce alla salute ma, a quanto pare, minaccia anche la sessualità. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Sex Medicine, infatti, andrebbe a ridurre l’eccitazione sessuale. Come precisato dalla Dott.ssa Kirkpatrick il consumo di sigarette restringe le arterie e, di conseguenza, può alterare l’afflusso di sangue agli organi genitali.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag