Pubblicato il

Algarve, scoprire la regione portoghese in autunno

La regione più a sud del Portogallo è la destinazione ideale per una vacanza in ogni periodo dell’anno

algarve
©iStockphoto

L’Algarve, la regione più meridionale del Portogallo,  è baciata dal sole per gran parte dell’anno. Ma non è solo il litorale la destinazione da scegliere per un soggiorno di cultura e relax. Anche l’entroterra seduce i visitatori. Merito della presenza di meravigliose città, di un’eccellente offerta gastronomica e delle tante possibilità di escursioni a contatto con la natura. E durante l’autunno offre il meglio grazie alle suggestive atmosfere.

15,21€
17,90
disponibile
13 nuovo da 15,21€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 6 Ottobre 2019 13:08

Cosa fare nell’Algarve durante l’autunno

Uno dei cammini più belli del Portogallo è la Rota Vicentina. Si tratta di un percorso che si divide in due itinerari, il Cammino Storico e il Cammino dei Pescatori. Il primo è lungo circa 230 chilometri. Si compone da 12 tappe percorribili in bicicletta o a piedi, attraversa città e paesi che vantano secoli di storia. Il Cammino dei Pescatori è lungo circa 125 chilometri. Lungo l’itinerario si incontrano porti, villaggi e spiagge. La natura lusitana avvolge il visitatore in entrambi i percorsi, regalando panorami di straordinaria bellezza.

Leggi anche: Algarve, trattamenti fito-aromatici in spa più spiaggia

Visitare l’entroterra dell’Algarve significa entrare in totale armonia con la gente, la natura e le tradizioni. Faro è il capoluogo della regione. La zona storica ospita la Porta araba del XI secolo, l’arco rialzato più antico del Portogallo da cui accedeva chi proveniva dal mare. Portimão e Albufeira sono città più cosmopolite, ideali per chi va alla ricerca di svago e divertimento. Tavira, invece, è  una vetrina dell’architettura tradizionale situata vicino ad un Parco Naturale.

L’Algarve paradiso dei buongustai

Anche chi ama la buona gastronomia non rimane deluso. Dall’Oceano arriva il meglio tra frutti di mare, vongole, ostriche e telline, che sono alla base dei piatti tradizionali. Uno dei più conosciuti è la amêijoas na cataplana, una sorta di zuppa di vongole cucinate in una pentola di rame tipica, la cataplana. Proprio la pentola particolare permette agli ingredienti di mantenere tutto il sapore e l’aroma che li contraddistinguono. Da provare anche il carapaus alimados (lo sgombro lesso), la sardinha assada (la sardina alla griglia) e il polpo cucinato in svariati modi: cotto nel vino, impanato, alla griglia, con riso o semplicemente al forno.

Tra spiagge e golf

È il momento ideale per scoprire le meravigliose spiagge, senza il caos del turismo estivo e comunque piacevoli grazie al clima mite. L’Algarve è una regione nota per le sue infinite distese di sabbia che si affacciano sull’Oceano Atlantico. Da Aljezur a ovest fino a Vila Real de Santo António, a est, si passa da maestose falesie a romantiche baie. Praia do Camilo è una delle spiagge da visitare almeno una volta nella vita: incastonata tra le falesie sembra quasi un tesoro nascosto dell’Algarve.

A tutto questo si aggiunge la possibilità di giocare a golf. Con quasi 40 campi la regione è un vero e proprio paradiso per gli appassionati. I campi si trovano in aree naturali ben conservate, distribuiti in tutta la regione da est a ovest, e sono rinomati in tutto il mondo per la loro qualità. Non è un caso che qui vengano disputati tornei internazionali.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie ViaggiTag