Pubblicato il

I passi in avanti della moda ecologica

Nuove iniziative e capi che abbracciano il tema sostenibile

moda eco
istockphotos

La moda eco non è certo nata ieri. Ma ora che l’attenzione verso i temi sostenibili si è alzata grazie ai movimenti ambientalisti, passare dalle parole ai fatti è un must. Chi ha a cuore l’ambiente deve fare un passo in avanti. Trovando nuovi metodi, sempre più innovativi, di produrre moda a bassissimo impatto. Ecco alcune iniziative di brand che si stanno muovendo verso un futuro fashion più sostenibile.

Pellicce bio e tessuti a ciclo infinito: novità nel mondo della moda eco

Stella McCartney, da sempre attenta ai temi della sostenibilità e dell’animalismo, abbraccia la scelta di non utilizzare pellami e pellicce. Ma in occasione della sfilata Primavera/Estate 2020 ha presentato il primo prototipo di una fake fur rivoluzionaria. Non solo ‘finta’, ma eco. Si chiama Kobe, ed è una pelliccia ecologica realizzata con ingredienti vegetali e poliestere riciclato. Grazie alla tecnologia messa in campo da DuPont in collaborazione con Ecopel, la stilista è riuscita a produrre il primo prototipo di pelliccia che non inquina. Infatti, spesso il controsenso di questi capi è che sono realizzati con materiali tutt’altro che benefici per l’ambiente. Per ora Kobe è stata indossata solo dalla modella Natalia Vodianova. Ma a partire dalle collezioni 2020 verrà commercializzata.

Scopri le pellicce sintetiche più trendy su Consigli.it

Fjallraven Re-Wool Jacket

Altra iniziativa che fa compiere un salto di qualità alla moda eco è quella di Fjällräven, che presenta la collezione autunno inverno 2019/2020 Re-Wool. Realizzata in lana eticamente responsabile. La lana non inquina, è biodegradabile ed è naturale. Ma perché non aumentarne il valore con un ulteriore ‘patentino green’ riciclandola a km zero? L’azienda svedese ha deciso di impiegare vecchi capi di abbigliamento o avanzi di produzione dell’industria laniera. La lana raccolta viene sminuzzata, quindi filata nuovamente per creare nuovi capi. E il tutto avviene in Italia (Re-Wool è prodotta per Fjällräven Italia).

Fjallraven

L’evoluzione green della moda va a toccare anche il mondo dell’intimo. Triumph ha lanciato una iniziativa che sostiene il riciclo di indumenti usati. “Together We Recycle” è un programma di raccolta di indumenti usati, realizzato in collaborazione con Texaid – una delle principali organizzazioni in Europa leader nella raccolta, smistamento e riciclo dei tessuti usati. L’iniziativa dà la possibilità di portare nei punti vendita aderenti capi d’abbigliamento (di qualsiasi brand) con l’obiettivo di raccoglierli e dare loro nuova vita. Una volta consegnati i capi, il brand darà in omaggio alle consumatrici un buono sconto. L’iniziativa è valida fino al 31 ottobre.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie ModaTag

Potrebbe interessarti