Pubblicato il

Asparagi selvatici: la raccolta gourmet

Ai margini dei boschi cresce un tipo di asparago particolarmente gustoso, quello selvatico

Mazzo di asparagi selvatici
istockphotos
Chi è appassionato di raccolta di erbe e piante selvatiche sa bene che in questo periodo dell’anno, ai margini dei boschi o nelle pinete e nelle campagne incolte, si trovano i deliziosi asparagi selvatici, vero e proprio prodotto gourmet della primavera. Hanno un sapore iper-concentrato di asparago, tendente all’amorgnolo (ne esistono diverse varietà con leggere differenze aromatiche), e sono ottimi in cucina, letteralmente succulenti, anche perché ne bastano davvero pochi per insaporire un piatto.
 
Si tratta di una qualità di asparago anche noto come ‘spinoso‘ che cresce spontaneamente nelle regioni del bacino mediterraneo, da una pianta che comunemente viene chiamata asparagina: si tratta di una pianta pungente, che si può trovare in piccole dimensioni erbacee o più grandi, come un arbusto, alla base della quale, direttamente nel terreno, nasce l’asparago. Non è facile infatti individuare gli asparagi selvatici, perché se ne trovano spesso pochi elementi individuali mimetizzati tra la vegetazione, ma è riconoscendo l’asparagina, più evidente, che si può mettere a fuoco il germoglio delizioso alla sua base. 
 
Rispetto agli asparagi classici quelli selvatici sono più sottili e lunghi, e il loro sapore, come già accennato, è molto intenso. Si prestano alle classiche preparazioni come frittate o risotti, ma è deliziosa anche la pasta semplicemente condita con aglio, olio e asparagi selvatici; sono ottimi anche come contorno assoluto, ma solo se la raccolta è stata abbondante. A volte si possono acquistare nei mercatini paesani o contadini, raccolti a mazzi e venduti – letteralmente a peso d’oro. Come i loro ‘parenti’ più comuni, gli asparagi selvatici sono estremamente depurativi, diuretici, adatti a chi vuole disintossicare l’organismo o combattere la ritenzione idrica. Sono inoltre ricchi di minerali tra cui potassio, contengono acido folico e vitamine A e E, mix che li rende anche ottimi antiossidanti.
*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag