Pubblicato il

Dove andare in Europa e come stare al sicuro

I cittadini statunitensi continuano a scegliere l’Europa come destinazione per le proprie vacanze: ecco cosa è cambiato dopo gli attacchi terroristici

Torre Eiffel
©iStockphoto

Gli attacchi terroristici in Europa nel corso dell’ultimo anno non hanno diminuito l’entusiasmo dei viaggiatori nel sceglierla come destinazione delle proprie vacanze. Si è stimato che Italia, Gran Bretagna, Francia, Spagna e Paesi Bassi sono tra le mete più popolari. Nonostante i timori per gli atti terroristici l’Europa continua ad essere una destinazione prediletta quando si tratta di viaggi di piacere, soprattutto durante la stagione estiva, sebbene i cittadini americani l’hanno amata anche nel mese di gennaio con un aumento delle presenze del 5% rispetto al gennaio scorso. Per pianificare la prossima vacanza la maggior parte dei turisti prende in considerazione non solo i prezzi ma anche il fattore sicurezza.

Parigi è riuscita a riprendersi velocemente, poiché è una città icona nel mondo ed è spesso in testa alle preferenze dei viaggiatori: le prenotazioni sono in aumento nonostante il prezzo di un soggiorno in hotel sia superiore alla media europea. L’unica altra destinazione con prezzi elevati che corrispondono a quelli di Parigi, secondo i dati di una ricerca, è l’Italia, dove organizzare un soggiorno di lusso durante la bella stagione è particolarmente costoso ma diventa conveniente da ottobre, quando non c’è la folla e il tempo rimane comunque abbastanza mite: ad esempio, pernottare in una Junior Suite presso il raffinato Palazzo del Vice Re a Lago di Como costa 450 euro a notte in luglio, ma la stessa stanza nel mese di ottobre scende a 390 euro, e gli ospiti possono ottenere una quarta notte gratuita. Il Belgio, invece, dopo gli attacchi terroristici, sta risentendo pesantemente del calo di turisti influenzati negativamente e spesso alberghi e ristoranti sono vuoti perché i visitatori hanno paura ad andare. La crisi però trova il suo lato positivo quando si tratta di prezzi, poiché le tariffe sono scese di oltre il 40% ed anche mangiare fuori è molto meno costoso. Inoltre, splendide attrazioni culturali come la città medievale ben conservata di Bruges o il Rubenshuis, il Museo di Anversa dedicato al pittore fiammingo, non sono affollate e per il visitatore significa meno code in attesa e più relax nella visita.

Spagna e Portogallo sono sempre destinazioni convenienti anche in estate, con il secondo che si propone con il 57% per cento in  meno rispetto alla media in Europa: l’unico paese con i tassi più bassi è la Polonia. Le destinazioni più costose per volare verso la fine di giugno dalla East Coast verso l’Europa sono Londra, Parigi e Roma, con i prezzi di andata e ritorno che partono da 1000 $ a biglietto: per risparmiare si può pianificare il viaggio all’ultimo minuto. Secondo la Società di Sicurezza Kroll non c’è un paese particolare da evitare per quel che riguarda la sicurezza, ma diverse fonti indicano che la possibilità di attacchi terroristici in Europa è più concreta che negli anni precedenti. Questo non significa che i viaggiatori debbano aver paura, ma piuttosto bisogna essere più consapevoli nell’evitare luoghi affollati, sapersi muovere in città, avere sempre con se le copie dei documenti di viaggio, limitare la quantità di informazioni personali. Secondo il New York Times l’Europa è sicura per i viaggiatori, anche perché gli alberghi, in particolare, stanno prendendo misure di sicurezza supplementari impiegando più personale di sicurezza e formando i dipendenti nella ricerca di attività sospette.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie ViaggiTag