Pubblicato il

La maca, ovvero il ginseng delle Ande

Una radice dalle proprietà energizzanti e stimolanti. Anche nella sfera sessuale

la maca
istockphotos

Non è un elemento molto comune alle nostre latitudini, ma pian piano la sua celebrità sta aumentando grazie all’uso erboristico sempre più diffuso. E’ la maca, una radice dalle proprietà energizzanti, considerata a tutti gli effetti un super-cibo vista la ricchezza di nutrienti che apporta. Considerata anche un afrodisiaco naturale. Scopriamo perché.

Il ginseng andino: la maca

Le radici di maca
Le radici di maca

E’ anche conosciuta come ‘ginseng delle Ande’ o ‘ginseng peruviano’. Infatti la maca ha origine in America Latina, e il suo habitat naturale sono i territori montuosi della cordigliera. In particolare quelli peruviani e boliviani. Il suo nome botanico è Lepidium meyenii, e fa parte della famiglia delle Brassicaceae (la stessa dei cavoli). E’ nota alle popolazioni andine da secoli: viene utilizzata ampiamente sia come alimento che come medicinale. La pianta della maca viene coltivata per usare la radice, che ha valori nutritivi altissimi. In essa si trovano carboidrati, proteine, minerali (in particolare calcio, ferro, zinco, selenio), aminoacidi, fibre e grassi. E’ inoltre ricca di vitamina A ed E. Un alimento completo. Sono tre le varietà più comuni di maca: gialla, rossa e nera.

In erboristeria la maca viene utilizzata, una volta essiccata e triturata fino a diventare farina, come energizzante. Il paragone con il ginseng è di facile intuizione: la maca ha notevoli proprietà adattogene, aiuta l’organismo a contrastare stress e affaticamento, ed è un importante rinvigorente. Grazie alla presenza di aminoacidi, è indicata nella dieta degli sportivi, perché aiuta la massa muscolare. Tuttavia negli atleti che gareggiano potrebbe creare problemi con i controlli antidoping, perché può essere rilevata come un anabolizzante. I numerosi minerali la rendono utile al sistema nervoso, oltre che indicata in caso di anemia. Anche le donne con flussi mestruali abbondanti troveranno nella maca una preziosa alleata, sia per la capacità energizzante, sia per quella di aumentare l’emoglobina. E’ inoltre utile nel mitigare i dolori da sindrome premestruale, e nel regolarizzare il ciclo. Questo perché la maca ha un’azione equilibrante sugli ormoni.

La maca come energizzante sessuale

Un altro soprannome della maca è ‘Viagra peruviano’. Sono note infatti le sue proprietà stimolanti a livello sessuale. Come accennato, ha proprietà equilibranti sul sistema ormonale, sia maschile che femminile. Negli uomini migliora la mobilità spermatica: viene quindi ritenuta un forte afrodisiaco e stimolante sessuale, ma anche come sostanza capace di aumentare la fertilità. Se ne sconsiglia l’uso durante l’allattamento e la gravidanza, ma non vi sono particolari controindicazioni nell’assumerla. Secoli di uso da parte delle popolazioni andine non hanno registrato alcun effetto collaterale specifico.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag