Pubblicato il

Prodotti DOP: l’Asparago Bianco di Bassano

Una delizia di primavera, l’asparago bianco più prestigioso 

Mazzo di asparagi
istockphotos
Arriva la primavera e con essa i suoi frutti più pregiati, come l’Asparago Bianco di Bassano, uno dei fiori all’occhiello della produzione agroalimentare veneta. Si tratta di una varietà di asparago – Asparagus officinalis – DOP, la cui qualità è tutelata dall’omonimo Consorzio, caratterizzato per il colore bianco, la lunghezza di circa 20 centimetri, il diametro bello grosso, dritto, tenero ma non legnoso. Il suo sapore è un’inconfondibile mélange di dolce e amaro, e si presta al consumo assoluto (leggermente lessato o cotto al vapore per mantenere intatti i suoi aromi) oppure come ingrediente per piatti prestigiosi.
 
L’autentico Asparago Bianco di Bassano DOP si produce nella zona di Bassano del Grappa e altri 11 comuni del vicentino, si commercializza a mazzi tendenzialmente da 1 kg o 1,5 kg, uniformi, legati da uno succhione di salice – una sorta di filamento ligneo chiamato ‘stroppa’ – nel quale è inserito il tricolore italiano con una raffigurazione di un mazzo di asparagi, con riferimento al produttore, giorno di raccolta e confezionamento. In cima è ben visibile il marchio europeo della denominazione d’origine protetta. Gli Asparagi di Bassano mantengono un colore bianco perché la maggior parte del turione (cioè la parte commestibile) cresce sotto terra; vengono raccolti a mano tagliandone la base con un coltello e commercializzati velocemente, perché si tratta di un prodotto delicato e facilmente deperibile. Occorre consumarlo poco dopo raccolta, ma si può conservare in frigorifero o in acqua fredda per qualche giorno.
 
A livello nutrizionale ha un apporto calorico molto modesto come tutti gli asparagi, ed è altamente diuretico quindi ottimo per una dieta depurativa. Contiene vitamina A, B1 e B2, PP, oltre che potassio e fosforo. Ricco di fibre, è un ottimo alleato del transito intestinale. E come si gusta? Il risotto con gli asparagi è un classico della tradizione, ma questo alimento si associa egregiamente anche alle uova, o si presta ad essere consumato assoluto, come contorno, semplicemente condito con olio d’oliva, sale e pepe. 
 
*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag