Pubblicato il

Ristorazione: se il successo è vegetariano

Una famosa catena inglese di fast food apre la succursale veg. Ed è subito boom

istockhpotos

Una famosa catena di fast food apre un negozio pop up. Così, per rinnovarsi e fare un piccolo esperimento. Dovrebbe rimanere aperto un mese, ma il successo è talmente evidente che si decide di tenerlo 1 anno. Dopo 12 mesi le vendite sono cresciute talmente tanto che la soluzione più intelligente sembra quella di tenere aperto. E magari aprire altre succursali. Dove sta la chiave del successo? Cos’ha aggiunto Pret a Manger, famosa catena di cibo pronto, al suo menu per attirare così i favori della clientela? Nulla: in un certo senso potremmo dire che ha tolto. Perché è diventato vegetariano. E vegano.

Sandwich vegetariano

Pret versione veggie

Pret, abbreviazione con cui alcuni ristoranti della catena sono noti, ha scelto di levare la carne e il pesce dal menu di un negozio. Che doveva essere temporaneo, ma le vendite sono salite del 70% rispetto a quello classico. Quindi perché chiudere?

Per chi non conoscesse l’azienda, non si tratta di un fast food inteso come hamburger e patatine, ma di una catena di ristorazione che propone principalmente sandwich, insalate, frullati, snack e piatti cucinati confezionati e esposti dentro dei grandi frigoriferi. L’arrangiamento vegetariano del marchio, Veggie Pret, tinto di verde per l’occasione, ha aperto i battenti a Londra, nel centralissimo quartiere di Soho. E non se ne è più andato. Anzi, è in programma una moltiplicazione, magari convertendo un classico Pret in uno ‘green’. Proporre piatti esclusivamente vegetariani o vegani si è rivelata una scelta apprezzatissima dai londinesi. Altro che dieta restrittiva: la tendenza a mangiare senza carne e derivati è sempre più diffusa, e l’esperienza culinaria si fa sempre più ampia. Come testimonia l’esperienza di Pret.

Le ragioni del successo

Scrive sul blog della catena il CEO di Pret a Manger Clive Schlee che è chiaro che le persone apprezzano sempre di più i benefici di una dieta vegetale. Riporta inoltre che molti dei clienti hanno lasciato feedback (oltre 20.000 in 12 settimane) in cui incoraggiano la scelta veggie e chiedono ai ristoratori e negozianti di aprirsi di più a questa prospettiva. Aggiunge anche che la metà dei clienti di Veggie Pret sono carnivori. Non si tratta di una scelta definitiva permanente, ma di avere la possibilità di scegliere. Super insalate proteiche, smoothie pieni di vitamine, pasti leggeri ma sazianti sono spesso quello che un lavoratore in pausa pranzo cerca. Le persone, aggiunge, sono sempre più curiose di provare e sperimentare piatti diversi, tanto che le pietanze vegan sono tra le best seller del negozio. Un successo che dovrebbe far riflettere molti imprenditori del mondo del food.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie FoodTag