Pubblicato il

Laureati ‘artistici’ più a rischio di disordini mentali

Il cervello delle persone ‘geniali’ sarebbe diverso. Lo studio

Laureati
iStock

I laureati in discipline artistiche sarebbero più a rischio di soffrire di disordini mentali come schizofrenia e disturbi bipolari.

O almeno la scelta degli studi ‘creativi’ sarebbe segnale di una particolare struttura del cervello. Una caratteristica che in alcuni casi potrebbe essere anche indizio di alcune patologie.

A rilevare lo studio è un articolo del Daily Mail online.

Secondo la ricerca riportata dal tabloid le persone creative rischierebbero di soffrire del 90% in più di disturbi di questo tipo rispetto ai non creativi.

Laureati artistici a rischio di patologie mentali

Tra le patologie studiate, schizofrenia, depressione e disturbi bipolari.

Secondo l’articolo questi disturbi si presenterebbero in maniera più frequente negli individui laureati in materie artistiche. Lo studio è stato condotto dal King’s College di Londra.

Secondo quanto è stato già dimostrato in precedenza, i cervelli delle persone creative lavorano in maniera differente dal solito. Per questo essi sarebbero più a rischio di contrarre patologie mentali serie.

Uno studio sulla popolazione svedese e un’analisi dei registri pubblici sanitari ha riscontrato proprio questa evidenza. Tra le persone che hanno studiato materie come musica, teatro o arte, esistevano più evidenze di patologie psichiatriche.

I risultati sono stati pubblicati su The British Journal of Psychiatry.

Insomma secondo la scienza esisterebbe una fragilità conclamata tra sensibilità e rischio di ammalarsi.

L’autore dello studio, il Dr James McCabe ha detto alla stampa che ‘La creatività spesso implica una connessione a idee e concetti che nessun altro vede’.

Tuttavia lo studio suggerisce che proprio i fattori che consentono alla creatività di esprimersi potrebbe essere collegati a un più alto rischio di patologie mentali.

Secondo lo studio è possibile che le persone che si emozionano con l’arte, potrebbero essere più a rischio di impatti emotivi negativi.

Ed essere così più vulnerabili a depressione o altre patologie mentali.

Un dato che se confermato potrebbe per esempio spiegare il legame tra i tanti geni del passato e le loro vite spesso travagliate e complicate.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag