Pubblicato il

Sesso, i 7 luoghi comuni da sfatare

Frequenza, pressione sanguigna, stress e fantasie sessuali: quanto di quello che noi crediamo è realmente vero?

Sesso a 36 anni
©iStockphoto
Che sia questione di centimetri o meno, che ci siano cibi afrodisiaci o dannosi, quando si parla di sesso sono tanti i luoghi comuni che affollano menti e discorsi, tra coppie ed amici. Frasi a volte senza senso, date per scontato, senza riflettere pienamente su come queste realmente agiscono nella coppia. Ecco alcune risposte che la scienza ha dato in merito alle nostre credenze popolari.
 
Il sesso abbassa la pressione sanguigna. Falso. Sì, aumenta, ma solo per poco. Sono molto rare le segnalazioni di persone che hanno un ictus o un attacco di cuore durante il rapporto. 
 
Il sesso combatte lo stress. Vero: per un sondaggio del Biological Psychology è stato chiesto ad alcuni soggetti di tenere un diario della propria attività sessuale, testando la loro pressione sanguigna dopo alcune attività particolarmente stressanti, come parlare in pubblico. Coloro che hanno avuto rapporti sessuali regolari rispondono in maniera migliore rispetto a quelli che non ne hanno.
 
L’alcol aumenta il desiderio sessuale femminile. Vero, ma solo se si tratta di piccole quantità, e con effetti temporanei, secondo i risultati pubblicati su Nature.
 
Meglio nel weekend. Falso: i ricercatori della London School of Economics consigliano il giovedì, perché è il giorno con il più alto picco di stress. 
 
Gli uomini sono gli unici a fantasticare. Falso: certo, il 98% degli uomini hanno fantasie sessuali su persone che non sono partner, ma neanche le donne non scherzano. Sono l’80%.
 
Il sesso aumenta l’intelligenza. Falso: secondo una ricerca dell’Università del Maryland, aumentano i neuroni all’interno dell’ippocampo, quella parte del cervello responsabile della formazione della memoria a lungo termine. Finora sono stati accertati i risultati sui topi, ma non sugli esseri umani. 
 
Sesso come sport, in fatto di calorie bruciate. Falso: secondo i ricercatori dell’Università del Quebec, Canada, la quantità di calorie bruciate è soltanto la metà rispetto, ad esempio, all’attività su tapis roulant.
 
*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag