Pubblicato il

Friendzone: pro e contro nel mettersi col migliore amico

Secondo la scienza non è sempre l’ideale. Ma possono esserci dei lati positivi

amicizia, friendzone
iStock

Friendzone: ovvero la regola del migliore amico. In cosa consiste questa regola? Nel fidanzarsi o meno con qualcuno che ti conosce come pochi. Secondo uno studio pubblicato nel 2015 sulla rivista Psychological Science, l’attrazione fisica tra persone che erano amiche è molto inferiore rispetto a chi si piace al primo sguardo.

Friendzone e attrazione fisica: la ricerca

La ricerca condotta dalla University of Texas di Austin spiega come una conoscenza prima del rapporto sessuale possa offuscare attrazione e libido. Il fatto di “scoprirsi” prima di diventare coppia, implica l’inserimento di elementi caratteriali fra quelli competenti al solo “desiderio”. Il fatto di capirsi, di sentirsi sicuri o di provare tranquillità, può offuscare ciò che conta fra le lenzuola.

Lucy Hunt, a capo della squadra di ricerca, lo ha definito “accoppiamento assortativo”. Si tratta di un fenomeno psicologico secondo il quale gli individui tendono ad accoppiarsi con persone che hanno caratteristiche fisiche, psicologiche e comportamentali molto simili. Chi si incontra per pura attrazione – fenomeno inspiegabile e “animalesco” – tende a desiderarsi per più tempo.

Gli scienziati hanno dimostrato come la durata temporale della conoscenza “pre relazione” possa alterare le dinamiche della competizione per l’accoppiamento.

Friendzone e competizione per l’accoppiamento

Durante la ricerca sono state analizzate 167 coppie. Tra queste 100 erano composte da mariti e mogli e 67 da persone che si stavano frequentando. La durata media delle relazioni esaminate era di 8 anni e 8 mesi, con un minimo di 3 mesi e un massimo di 53 anni. Le coppie sono state riprese da una telecamera e intervistate sulla personale percezione della relazione nel corso del tempo. I risultati di questi test hanno confermato che più ci si conosce prima, meno conta l’attrazione fisica.

Gli scienziati hanno spiegato: “Una relazione tra un uomo molto attraente e una donna poco attraente è più probabile se i partner si conoscono da lungo tempo”. Le persone che avviano una relazione immediatamente dopo la prima conoscenza, invece, hanno mostrato una forte correlazione con l’attrazione fisica reciproca.

Nonostante ciò la ricerca ha rivelato che il livello di attrazione fisica non va di pari passo con la soddisfazione per la propria relazione. I partecipanti in friendzone, come quelli che non si conoscevano prima della relazione, si dicevano ugualmente soddisfatti del loro rapporto.

Amore e amicizia: le basi di un rapporto

Qualunque dato scientifico si prenda in considerazione, amore e amicizia devono essere alla base di una relazione. Oggi soprattutto. Nell’era in cui nei rapporti bisogna essere alla pari, è importante che ci si consideri amici. Un aspetto fondamentale per condividere, rispettarsi e stimarsi reciprocamente. Ecco perché non sarebbe così male iniziare una relazione col migliore amico. A ben guardare, l’attrazione fisica va scemando in qualunque relazione. Dunque non sarebbe meglio rimanere insieme alla persona di cui ci si è sempre fidati?

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag