Pubblicato il

La concentrazione migliora con il freddo

Non serve andare in mezzo alla neve. Basta guardarne un’immagine e il cervello si attiva

La concentrazione aumenta con il freddo
istockphotos

Decisioni prese ‘a sangue freddo’, da un ‘freddo calcolatore’. Contrapposte alle ‘reazioni a caldo’. Questi modi di dire legati alla temperatura e alla reattività umana potrebbero non essere semplici espressioni figurate. Secondo un esperimento, il freddo migliora la concentrazione e favorisce le capacità cognitive. Al contrario del caldo. Tuttavia non si tratta di una reazione climatica tout court: basta un’immagine di panorami gelidi ad innescare le funzioni cerebrali.

Per migliorare la concentrazione, guarda la neve

La concentrazione se ne è andata? Guarda la foto di un paesaggio innevato, un panorama artico, un ghiacciaio. Lo studio, riporta il Daily Mail, proviene dall’Università di Ben Gurion, ed è stato pubblicato su Psychological Research. Secondo i risultati dei test, che le immagini che ci ricordano il freddo attivano il cervello. In particolare esse, riporta il quotidiano britannico, attivano il controllo cognitivo, funzione che gestisce l’abilità di ignorare le distrazioni. Favorendo le funzioni esecutive, ovvero la capacità di problem solving, di prendere decisioni efficaci, di elaborare strategie.

Non è la prima volta che si effettuano studi relativi alla temperatura e alle capacità cerebrali. Ma mai finora si era arrivati a considerare che basta un’immagine per alterare le abilità cognitive. Ovvero, basta che la temperatura sia evocata, e cambia la concentrazione. L’esperimento è stato realizzato su 87 studenti. Ai quali è stato chiesto di effettuare delle prove di concentrazione, come osservare un oggetto su un monitor ignorando il più possibile le immagini di disturbo. Poi è stato chiesto ad alcuni di loro di ripetere il test dopo aver visualizzato immagini di scenari invernali, immaginandosi di essere immersi in essi. Ad altri sono stati proposti paesaggi caldi, ad altri ancora neutrali.

I risultati indicano che chi si immagina in un contesto freddo riesce a completare meglio i compiti richiesti. Anche senza la percezione fisica reale, il freddo migliora la concentrazione. Se al lavoro fate fatica a concentrarvi, un desktop con un paesaggio artico potrebbe aiutare.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag