Pubblicato il

Michelle Hunziker: da valletta a mattatrice assoluta

Valletta nel 2007, presentatrice energica nel 2018: che cambiamento!

Michelle Hunziker
Rai 1

Michelle Hunziker è talmente in forma in questo 2018 che è l’unica sopravvissuta al perverso giochino della soubrette che: ‘era meglio prima’. Ossia quella critica feroce che mette a confronto le foto di ieri e di oggi – è successo a tante celebrità non solo femminili – dimostrando la più banale delle verità. Si invecchia. Tutti. Michelle invece è uscita illesa persino da questo perverso meccanismo di semplificazione. Quando si vedono le foto della sua partecipazione al 57esimo Festival della Canzone italiana nel 2007, ecco che trionfa. Sul piano fisico ha la stessa freschezza e la stessa solarità.

Michelle Hunziker
Michelle Hunziker

Michelle e il talento femminile: non solo saper scegliere la moda

Ma c’è un altro campo nel quale Michelle ha dimostrato di sapere vincere. Quello del talento femminile. Nel 2007 era una bellissima valletta accanto al conduttore maschio, in quell’edizione era Pippo Baudo. Oggi è la mattatrice assoluta della serata. La conduttrice con la c maiuscola. Non la bellezza femminile e ‘basta’. Se infatti Favino ha il ruolo di portare l’impegno, Baglioni la musica d’autore tradizionale, la Hunziker ricopre il ruolo più televisivo. Stare alla guida del macchinone folkloristico di Sanremo e reggere le fila di uno show molto ampio. Significa avere parlantina, ritmo, ricordare tutti i meccanismo del televoto, e non farsi mai prendere di sorpresa.

Michelle Hunziker: da valletta a mattatrice assoluta

Quando succede qualche momento di intoppo, e in un Festival così succede per forza, la Hunziker sorride e si inventa mille improvvisazioni. Dice al marito che lo ama in diretta assoluta, chiama gli applausi del pubblico se i tecnici hanno bisogno di qualche minuto in più per cambiare gli strumenti. Soprattutto, in tutti questi momenti, dimostra che il pubblico è con lei visto l’entusiasmo con il quale ricambia ogni suo gesto. Questo fa una vera leader. E insomma, dopo il Festival di Venezia, che ha scelto Alessandro Borghi come valletto rompendo la tradizione secolare della madrina, un altro Festival canonico riconosce che essere donne è essere anche talentuose e non solo belle. Brava Michelle, prenditi anche questo applauso.

 

 

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag