Pubblicato il

Rapper e trapper come giudici nei talent, funzionano?

Da Fedez a Sfera Ebbasta il mercato del rap e della trap entra, ormai da un po’, nei talent. Chi convince e chi no?

Giudici nei talent
iStock

Il ruolo di giudici nei talent, lo abbiamo visto con l’esordio della nuova giuria a X Factor, non è facile. Bisogna essere severi, puntuali e rigorosi con i concorrenti e avere anche quel quid che rende personaggi con il pubblico. Negli ultimi anni accanto a figure di giudici che rappresentano il panorama della discografia italiana, soprattutto musica leggera, si sono affiancati rapper e trapper. La conferma di questo pensiero è vedere Sfera Ebbasta nello show di Sky Uno al posto di Fedez. Ma i rapper e i trapper funzionano come giudici? Sono credibili?

Leggi anche: Smutniak, Streep e Gilliam – Tutto il “glam” di Venezia

10,99€
disponibile
1 nuovo da 10,99€
Amazon.it
Ultimo aggiornamento il 7 Ottobre 2019 16:22

Giudici nei talent: chi piace e chi no?

Sicuramente Fedez ha cambiato un po’ la percezione di una figura musicale come quella del rapper integrandola all’interno della tv commerciale. Grazie a intelligenza, ironia e conoscenza del mercato musicale, ha passato indenne ben 5 edizioni del talent. Suo il merito di essere riuscito a portare dentro lo show nuove rime e nuovi beat. Simpatico lui e l’operazione, anche se quest’anno non ci sarà.

Sfera Ebbasta invece ha portato con sé quest’anno un mondo molto popolare ma anche molto criticato come quello della trap. Eccessivo, che inneggia ai soldi e all’avere successo. Le liriche trap spesso non hanno convinto tutti a livello di immaginario. Ma i più giovani e non solo le ascoltano e Sfera con l’esordio a X Factor, ha dato prova di rappresentare un mondo musicale che ha un ampio pubblico. Forse è l’occasione di conoscerlo meglio insieme a ciò che rappresenta prima di giudicare negativamente.

10,00€
disponibile
Ebay.it

The Voice

Meno convincenti i rapper che si sono susseguiti a The Voice. Ricordiamo Emis Killa che ha lavorato in un’edizione e Gué Pequeno, anche lui con all’attivo una stagione da giudice. Ma chi si è distinto di più nello show trasmesso dalla Rai è J-Ax. Tre edizioni all’attivo, caratterizzate da una valanga di simpatia e una buona proprietà verbale nello spiegare, con ironia e senso delle rime, perché un concorrente aveva talento oppure no. Simpatico e bravo.

 

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie PeopleTag

Potrebbe interessarti