Pubblicato il

Pattern, il filo conduttore dell’arte visiva

In occasione della Design Week, un progetto che sposa la visual art e il meglio della creatività italiana

pattern

La visual art più interessante in Italia. Una piattaforma esclusiva che la mette in risalto. Una cornice d’eccezione. In una settimana estremamente importante per la creatività tutta. Sono questi gli ingredienti di una ricetta che si chiama Come si dice pattern in italiano? How do you say pattern in italian?, una vera scatola cinese della creatività. L’Appartamento LAGO di Milano, dove il celebre brand di arredamento e design ha allestito una ‘vera’ casa nel cuore del design district, a Brera, ospita la migliore visual art emergente italiana. Quella selezionata da Italianism, piattaforma e conferenza creativa che dal 2015 monitora e promuove la cultura visiva in tutte le sue forme.

Come si dice pattern in italiano?

GIORGIA LUPI ITALIANISM

E dunque grafica, design, illustrazione, fotografia, si uniscono sotto il tetto dell’Appartamento LAGO, sotto il cappello di Italianism. Unite da un filo conduttore: i pattern. “Perché nella loro essenza di elementi modulari reiterati, a schema fisso o variabile, sono uno strumento per raccontare il mondo” spiega Renato Fontana, ideatore di Italianism. Pattern Matters, che è il contenitore nella pagina di Italianism dedicato agli artwork “è diventato un osservatorio della creatività italiana, senza preclusioni e snobismi”. Curiosamente, pattern è una parola che non ha una traduzione nella nostra lingua. Eppure la creatività italiana l’ha saputa interpretare al meglio. Come si dice pattern in italiano? rappresenta dunque anche una scommessa linguistica.

DOMENICO SELLARO ITALIANISM

E quindi dal 17 al 22 aprile, in piena Design Week, l’Appartamento LAGO è stato allestito con più di 40 pattern di altrettanti designer. In un unico luogo, il meglio della creatività made in Italy. “Fotografi, artisti materici, appassionati di tessile ed esperti di 3D o digital processing, tattoo artist, creativi dai pianeti più distanti si sono incontrati su Italianism in questi mesi interpretando, ciascuno a suo modo, un’unica storia. Che spesso ha finito per sorprendere anche noi” prosegue Fontana.

PAOLA TASSETTI ITALIANISM

Per l’occasione, il brand di gin Bombay Sapphire, da sempre legato al mondo dell’arte e del design, ha commissionato all’artista Adriano Attus un pattern che richiama i colori del marchio. Il concept è di Renato Fontana, partner LAGO. La direzione creativa è di Andrea Cadorin, editor Paolo Casicci e Cieloterradesign.com, stampa a cura di Lorenzo Celori/ Printaly.it.

L’appuntamento è dal 17 al 22 aprile presso l’Appartamento Lago Milano Brera, in via Brera 30.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag