Pubblicato il

Come superare la paura di impegnarsi

I motivi che portano a evitare una nuova relazione e le possibili soluzioni

paura di impegnarsi
iStock

Una nuova storia non è solo sinonimo di euforia, ma anche di paura di impegnarsi. Quando si passa da un “io” a un “noi”, possono manifestarsi numerosi cambiamenti destabilizzanti. Spesso si deve scendere a compromessi per rendere felice il partner. E altre volte si ha la sensazione di non essere più se stessi.

Il Business Insider ha raccolto l’opinione di Janet Zinn, terapista di coppia. “Molte persone potrebbero reprimere il loro vero essere, magari per compiacere il partner. In questo modo si manda un messaggio sbagliato che a lungo andare blocca in un personaggio inesistente”. In futuro, è di nuovo possibile provare questa sensazione. E ciò si traduce nella paura di impegnarsi.

Paura di impegnarsi, da cosa può dipendere

“A volte la paura di impegnarsi deriva dai modelli familiari”, spiega l’esperta. La famiglia di origine potrebbe aver mostrato schemi di impegno malsano che ci negano la volontà di portare avanti una relazione seria.

Le persone hanno timore di ripetere gli errori dei propri genitori. Ma anche quelli commessi in passato. Avere paura di impegnarsi, di scegliere la persona sbagliata o di farlo troppo presto, ci porta a rinunciare.

Altro motivo deriva dal non star bene con se stessi. Il primo passo per affrontare una relazione è quello di vivere bene da soli. Solo in questo modo si conoscerà la via per convivere e condividere. Tutte le relazioni possono attraversare periodi complicati: è del tutto normale. Quando si ha a che fare con una relazione malsana, tuttavia, ci possono essere ripercussioni anche dopo che la relazione è finita.

In questo caso la paura di impegnarsi è dovuta alla negazione del rivivere un’infelicità già provata. Naturalmente, una delle ragioni per cui alcune persone hanno paura di impegnarsi ha a che fare con la possibilità che la relazione non duri. O che si possa verificare un tradimento.

“Le persone hanno paura di farsi male” , sottolinea l’esperta “soprattutto se in passato sono state dipendenti da qualcun altro”.

Quali i possibili rimedi?

È importante che le persone riconoscano innanzitutto di avere paura dell’impegno. Soprattutto all’inizio di una relazione. Ponetevi qualche domanda. Rispettano la parola data? Sono onesti? Sono aperti sulla loro vita e sui loro pensieri quando parlate?

“Se è così, allora siate disposti a correre il rischio. Parlate con il partner di un periodo di prova, magari di tre mesi. Discutete delle vostre aspettative e di ciò di cui avete bisogno per sentirvi emotivamente supportati”.

E se non siete sicuri, potrebbe essere utile cercare l’assistenza di un terapista qualificato. “La terapia può essere di grande aiuto nell’approfondire i motivi della paura e aiutare a trovare modi più sani per avvicinarsi alla relazione”.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag