Pubblicato il

Felicità, le donne dopo i 50 anni si godono la vita

Chi l’ha detto che, superati gli –anta, si debba avere necessariamente un tracollo? Come restare eternamente giovani? Lo svela il Professor Raffaele Morelli

donna, seconda giovinezza
Courtesy of©Ridofranz/iStock

Quando si è giovani si attende la maggiore età per vivere al massimo la propria vita. Gli anni passano e le esigenze cambiano ma non la voglia di godersi la propria libertà con il sorriso. Una volta raggiunti i 50 anni, infatti, si potrebbe dire che la vita ricomincia. Avere un’età matura non significa raggiungere la pace dei sensi, anzi. Vuol dire regalarsi una seconda giovinezza: è infatti il momento in cui ci si apre a nuove opportunità.

A 50 anni si vive una seconda giovinezza

A darne prova è stato il famoso psichiatra nonché psicoterapeuta e direttore della rivista “Riza AntiAge” Raffaele Morelli. Al fine di illuminare d’immenso le donne e spiegare loro come tornare a essere  felici,  ha stilato una sorta di manuale. Regola numero uno è aprirsi a nuove opportunità. “Energeticamente nell’età matura il cervello ha più capacità, più poteri rispetto a quanti ne avesse nella prima giovinezza”. Ma non solo.

I consigli di Raffaele Morelli

Ci si può appellare anche alla creatività. Non è vero che l’estro e la fantasia sono una prerogativa dei giovani. Tutt’altro: “Il segreto della longevità è sognare e fantasticare, perché il sogno mantiene giovane il cervello, spiega Morelli. Per questo più che mai occorre aprire le porte ad attività creative: leggere, danzare, disegnare… Le forze della giovinezza si attivano solo se le si risveglia”.

Con l’età, ça va sans dire, ad aumentare è sicuramente la saggezza. E l’energia interiore che guida nelle scelte. “A 50 anni la donna crede in se stessa e non negli altri”- scrive Morelli.

Puntare all’indipendenza rientra, senza ombra di dubbio, nella lista dei must-do. Dopo gli -anta per una donna è più facile dire di no e non fare più niente che vada contro il proprio carattere e la propria natura. “Quelli che prima venivano chiamati difetti, e che invece erano le sue caratteristiche, adesso sono i punti di forza dell’unicità della donna” – fa notare l’esperto.

Sesso e cinquantenni

Da non sottovalutare poi la questione sesso: “Nell’età adulta l’eros si scorpora dalla finalità della procreazione e circola più libero, scrive Morelli, per questo la vera sessualità comincia dopo i 50 anni. A patto, però, di non passare il tempo a giudicarsi, a criticarsi, a confrontarsi con gli altri o con noi stessi. Solo così, nell’età adulta, si sviluppa pienamente la Donna Erotica”.

Inoltre è giunto il momento di porre fine a paure, insicurezze e fragilità. “La donna dopo una certa età non è più in lotta con se stessa, si sa perdonare e può dire finalmente la frase magica: vado bene così come sono” – scrive Morelli. Last but not least, una volta raggiunta lera della seconda giovinezza, è ora di smetterla con rimorsi e rancori. Sono solo fonte di malumore: “Il cervello spontaneamente produce la chimica della giovinezza, ma solo se elimini le sostanze che lo intossicano”.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag