Pubblicato il

Astemi vs bevitori: chi beve (poco) campa di più

Coloro che assumono alcolici occasionalmente, secondo una ricerca irlandese, hanno meno probabilità di morire prematuramente rispetto a chi non ha mai bevuto

bere moderatamente
Courtesy of©yula/iStock

Non è una novità: esagerare con l’alcol fa male alla salute. Alcune ricerche scientifiche hanno dimostrato che, anche un solo bicchiere oltre il limite giornaliero raccomandato, può ridurre l’aspettativa di vita di 30 minuti. Stando a quanto si legge sul Business Insider, l’argomento è piuttosto delicato. Sono tanti e contrastanti i pareri relativi ai danni/benefici derivati dall’assunzione di bevande alcoliche. A dire la sua, in uno studio pubblicato sulla rivista PLOS Medicine, è stato anche Andrew Kunzmann dell’Università di Belfast. L’esperto ha rilevato che bere moderatamente potrebbe comportare un rischio inferiore di morte precoce.

Bere moderatamente: i benefici sulla salute

Al fine di giungere alla conclusione, i ricercatori hanno utilizzato i dati relativi a 100.000 persone (seguite in quasi dieci anni in uno screening per tumori alla prostata, ai polmoni, del colon-retto o delle ovaie). Avvalendosi dei questionari da loro compilati, hanno anche raccolto informazioni utili circa l’assunzione di alcol nelle varie fasi della loro vita. Hanno così potuto verificare come cambiasse il rischio di sviluppare alcune forme di cancro e, in generale di morte prematura, al variare della quantità di alcol ingerita.

Alcol e salute, lo strano rapporto

L’argomento è stato molto dibattuto. Alcuni studi, in realtà, hanno rilevato che i bevitori moderati vivono più a lungo degli astemi. Altri, invece, che hanno un rischio maggiore di ammalarsi di cancro. “Queste divergenze hanno creato molta confusione. Soprattutto nei messaggi di salute pubblica che riguardano il reale impatto del livello di assunzione di alcol sulla salute”- ha dichiarato Kunzmann al The Conversation.

Per fornire un messaggio più chiaro, abbiamo deciso di valutare insieme sia l’incidenza di cancro sia la mortalità. Il tutto utilizzando gli stessi metodi e la stessa popolazione. L’obiettivo? Stabilire quale legame esiste tra il consumo di alcol e questi eventi negativi”.

La ricerca

I risultati hanno mostrato che le persone che non bevono affatto alcolici hanno una probabilità maggiore del 7% di morire. O di ammalarsi di cancro rispetto a chi beve fino a tre bottiglie di birra (o bicchieri di vino) a settimana. Il rischio più basso, quindi, interessava i bevitori moderati. Ovvero coloro che assumevano meno di sette bevande alcoliche settimana. I forti bevitori – che consumavano più di tre drinks al giorno – avevano il 20% in più di rischio di ammalarsi di cancro. O di morire precocemente.

Bere o non bere: è importante fare scelte consapevoli

Bere alcolici è una scelta personale. Non è nostro intento dire alle persone se possono o meno bere”-  ha dichiarato Kunzmann. “Lo scopo di questo studio è stato quello di fornire informazioni attendibili. Le persone possono così prendere decisioni consapevoli riguardo al consumo di alcol”.  Tuttavia, fino a quando non ci saranno maggiori evidenze, Kunzmann ha sconsigliato agli astemi di iniziare a bere al fine di migliorare il proprio stato di salute. “I nostri risultati suggeriscono che bere moderatamente significa assumere meno di sette drink a settimana”.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag