Pubblicato il

Il figlio di Gassman a X Factor, quando il sangue premia

I figli dei ‘famosi’ e il rapporto con la celebrità

Figlio di Gassman, Leo Gassman
X Factor/Sky

Essere figlio di Gassman, nato da Alessandro, che ha scelto la grafia Gassmann per lavorare nel cinema, e quindi nipote dell’illustre Vittorio, non deve essere facilissimo. Su Leo, presentatosi alle audizioni di X Factor e arrivato per ora fino alla fase degli Home Visit, pesa il talento del primo e anche quello del secondo. E tutti sappiamo come il dover dimostrare di essere all’altezza produca una pressione a volte controproducente.

LEGGI ANCHE: TUTTI I BENEFICI DEL RAPPORTO PADRE-FIGLIA

Non è il caso del giovane Leo. Un figlio d’arte che sembra aver trovato la propria strada non nella recitazione ma nella musica. Complice un timbro profondo e un’ottima capacità di interpretare le cover più amate. Eppure, per un figlio d’arte che dimostra quanto il sangue non sia sinonimo di privilegio, di raccomandazione, per altri non vale la stessa lezione. Sono stati tanti infatti i figli d’arte schiacciati da un’eredità troppo pesante.

Ecco chi sono.

Il figlio di Gassman e i figli d’arte schiacciati dal peso della notorietà

Un figlio d’arte insospettabile è l’attore americano Nicolas Cage. Non tutti sanno infatti che il vero nome dell’attore è Nicolas Kim Coppola. Un cognome che tradisce la parentela con Francis Ford Coppola, di cui l’attore è nipote. L’attore è una star del cinema ma quel cambio di cognome ci fa sospettare che il legame biologico con il grande maestro sia stato un peso da scrollarsi velocemente di dosso. Proprio per evitare l’effetto boomerang. Antipatico per il poco coraggio.

Un altro figlio d’arte molto noto è Alberto Angela. Il conduttore televisivo e figlio del celebre Piero. Nonostante il peso della celebrità del padre, Alberto ha saputo raccogliere l’eredità del padre senza stravolgerla ma trovando comunque un suo stile. Oggi è molto popolare e a noi il passaggio di consegne convince e piace. Simpatico.

Infine chiudiamo con Javier Bardem il cui zio Juan Antonio Bardem, è stato uno degli esponenti di punta del neorealismo spagnolo. La carriera di Javier è scoppiata come interprete non di nicchia ma mainstream, quindi ci sentiamo di dire che lo zio forse ha influito poco. Simpatico.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie PeopleTag