Pubblicato il

Da grande sarò una wag

In Brasile nasce un corso per aspiranti compagne di calciatori. Tremate giocatori single!

 Wags
LaPresse

Altro che master in Economia e corsi di Giornalismo: passata la moda da veline, oggi le ragazze sognano di formarsi per diventare fidanzate appetibili. E non per macho qualunque, ma per i calciatori, veri e propri idoli del nostro millennio.

E se gli italiani non sono usciti propriamente a testa alta dai Mondiali 2014, le wags (mogli e fidanzate del pallone) hanno di sicuro dato prova di fedeltà ai propri compagni. Ragazze e donne pronte a scatti fotografici, difficili ritiri e lunghi viaggi per seguire l’amore. In questo caso l’amore che vede da molto lontano gli obsoleti “due cuori e una capanna”, ma pur sempre amore. Rotocalchi, tv e rete hanno offerto immagini di vacanze da sogno, di fisici e capelli perfetti in tribuna e di “passerelle” fashion verso alberghi di lusso che fungevano da ricovero per la nostra Nazionale.

Sorrisi e assaggi di eleganza (basti pensare ad Alena Seredova, pronta a sostenere Gigi Buffon nonostante il matrimonio fallito a causa della presunta relazione del portierone con Ilaria D’Amico) durante la breve avventura italiana in Brasile, mandano un messaggio ben chiaro: essere felici si può, basta sposare un calciatore. Ecco che Fanny – fresca di anello al dito di Balottelli – diventa il guru da seguire per raggiungere un sogno. Ma come fare se non si posseggono fondi schiena da capogiro e gambe chilometriche? Un modo c’è. Ed è quello di seguire un corso per conquistare i talenti del pallone.

Abbigliamento, segreti di seduzione, aggiornamenti su gusti e tendenze da seguire: le lezioni sono state inaugurate proprio in Brasile in occasione della competizione mondiale. Un corso non proprio “low profile” se si pensa che una sola settimana costa 1.800 euro. Ma i risulatti che si possono ottenere fanno sperare in un futuro decisamente migliore, soprattutto in termini economici. Le potenziali Martina Colombari vengono istruite da assistenti personali esperti di trucco, moda e dizione (anche se in molti casi i principi azzurri in questione non danno importanza a dialetti cacofonici o pronunce prefette). E se l’aspetto fisico non risponde proprio ai canoni da calciatore? In questo caso si ricorre anche alla chirurgia plastica, fiore all’occhiello della cultura estetica brasiliana.

Tra i principi cardine del corso, l’abolizione della timidezza. Bisogna essere decise, ma non assillanti e lasciare messaggi in rete – magari sui profili dei social network – studiati e non troppo provocanti. Per far colpo è anche utile l’abbronzatura “bianco nera”, i segni del costume attirano, ma che sia un bikini e mai un modello intero. E ancora: non chiedere mai un autografo o il numero di telefono, ma dare l’impressione di star bene da sole; sorridere sempre. Questi e altri “insegnamenti” sono stati già oggetto di corsi per diventare la perfetta wag nel West Cheshire College di Ellesmere Port. Una lezione di look e portamento ad hoc per sedurre i giocatori inglesi, all’interno di un Ateneo. È da vedere se qualcosa si muoverà anche in Germania, sede di festeggiamenti e divertimento per la vittoria ottenuta e magari luogo propizio per incontri che possano sfociare in promesse di matrimonio.

Soddisfatti o rimborsati? Gli ideatori del corso danno la garanzia del successo per l’80% dei casi; il restante 20% dipende dalla dea bendata. Le ragazze in cerca di calciatori ancora single potrebbero realizzare il loro sogno anche grazie a un incontro casuale. Intanto, dall’inizio dei Mondiali le iscrizioni a Rio de Janeiro sono state ben 160…

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie PeopleTag