Pubblicato il

Tutta la magia dell’Aurora Boreale

Dalle Svalbard alla Svezia, ecco dove è possibile ammirare indisturbati lo spettacolo della natura

Aurora Boreale
 thinkstock
L’Aurora Polare, meglio nota come Aurora Boreale, è un fenomeno unico che si verifica quando protoni ed elettroni “solari” entrano in contatto con la ionosfera. L’Aurora può essere di diversi colori, a seconda dei gas che si trovano nell’atmosfera: ad esempio, verde per colpa dell’ossigeno e blu per merito dell’azoto. Tuttavia, le Aurore non sono sempre ben visibili ma si manifestano in un ciclo di 11 anni ed oggi siamo in una fase di alta attività. Ma dove assistere a questo spettacolo della natura? La risposta la dà Skyscanner, che ha stilato la classifica delle località dove è possibile godere a pieno di tutta la magia di questo fenomeno.
Le Isole Svalbard, posizionate tra il 74 ° e il 81 ° parallelo, sono un buon punto di riferimento nell’oceano artico per l’avvistamento dell’Aurora Polare: più alta è la latitudine e maggiori sono le probabilità di assistere a questo spettacolo magnifico. Il periodo migliore è tra novembre e febbraio, e la maggior parte dei visitatori si reca sull’arcipelago norvegese per vivere un’esperienza ancora più magica: la celebre notte polare. Tra la metà di novembre e la fine di gennaio, infatti, le isole sono totalmente prive di luce e con un crepuscolo così scuro, le probabilità di vedere l’Aurora sono altissime. Come arrivare: ci sono voli dall’Italia per Oslo e Longyearbyen, la base migliore per una visita su Svalbard.
A seguire, bisogna citare il rinomato Kakslauttanen Arctic Resort, situato nella Lapponia finlandese. Qui è possibile alzare lo sguardo al cielo dal calduccio del proprio igloo interamente costruito in vetro, e godere del meraviglioso spettacolo offerto dalla natura più selvaggia dell’entroterra lappone. Tuttavia, se le luci dell’Aurora si fanno desiderare, sarà altrettanto entusiasmante ingannare il tempo con altre divertenti attività sulla neve, dai safari alle esplorazioni del Parco Nazionale Urho. Come arrivare: ci sono voli per Ivalo, o per Helsinki dall’Italia.
Infine, il villaggio di Jukkasjärvi, situato 200 chilometri a nord del Circolo Polare Artico, ospita il primo e il più famoso hotel di ghiaccio del mondo. L’Icehotel è qualcosa di straordinario, che ogni anno prende vita da grandissime lastre di ghiaccio prelevate dal fiume Torne. Se, però, l’Aurora non sarà visibile, l’Esrange Space Center permetterà a tutti gli interessati di ammirare ugualmente il cielo stellato della Svezia. Come arrivare: la parte settentrionale della Svezia è piuttosto remota. Si potrà scegliere se volare direttamente su Kiruna, o se atterrare a Stoccolma e noleggiare un’auto per proseguire verso nord. Per continuare con la Top 6 cliccare su Skyscanner.it