Pubblicato il

David Bailey a Milano. Con Tod’s

Il marchio di moda sponsorizza la mostra sul grande fotografo inglese, presso il PAC di Milano

Foto David Bailey
copyright David Bailey

Ha fotografato i Rolling Stones, Andy Warhol, Salvador Dalì, Johnny Depp, Bob Dylan, Kate Moss, Jack Nicholson, le popolazioni della Nuova Guinea e l’Australia, personalità dell’India e abitanti del Sudan, le pin-up e i londinesi: David Bailey, uno dei più grandi fotografi dell’età contemporanea, presenta ‘Stardust‘, la mostra sponsorizzata dal Gruppo Tod’s presso il PAC – Padiglione dell’Arte Contemporanea di Milano.


Kate Moss, 2013. Copyright David Bailey

Inserendosi nella serie di attività culturali che rafforzano il programma milanese in vista di EXPO 2015, la mostra aggiunge un tassello alla collocazione di Milano e dell’Italia intera nei più importanti circuiti per l’arte internazionale. Il progetto ‘Stardust’ è curato da Bailey stesso, ed è visitabile fino al 2 giugno 2015. Un percorso espositivo che comprende oltre 300 ritratti, tra i luoghi e i personaggi più disparati. Soggetti come attori, cantanti, modelle, star, politici, musicisti si affiancano ai ritratti delle persone incontrate durante i suoi viaggi. Il percorso espositivo non procede cronologicamente, ma per tematiche.


Mick Jagger, 1964. Copyright David Bailey

Nato a Londra, Bailey imparò a fotografare da autodidatta quando era nell’esercito di servizio in Malesia. Divenne negli anni Sessanta uno dei fotografi ‘ufficiali’ della Swinging London, della quale immortalò i protagonisti noti e i personaggi più mondani. Con un piede nel mondo della moda e uno in quello della musica, Bailey divenne presto uno dei fotografi più noti dell’epoca, tanto che per ‘Blow Up’ Michelangelo Antonioni avrebbe preso ispirazione dalla sua vita.


Johnny Depp, 1995. Copyright David Bailey

Il Gruppo Tod’s, nell’ambito dei progetti a sostegno dell’arte, della cultura e dei beni architettonici, ha presentato a Milano questa importante mostra presso il Padiglione dell’Arte Contemporanea con cui collabora come sponsor ufficiale del palinsesto espositivo. In questo modo il brand contribuisce alla realizzazione di manifestazioni artistiche, che in piena epoca di Esposizione Universale arricchiscono l’offerta culturale di una Milano pronta ad accogliere migliaia di visitatori. ‘Stardust’ è organizzata con l’aiuto della National Portrait Gallery di Londra e del magazine Icon.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie Tempo liberoTag