Pubblicato il

Gli errori di stile da non commettere in ufficio

Occhio al look: ecco in cosa sbagliano gli uomini quando si vestono per andare a lavorare

Abbigliamento uomo da ufficio
Courtesy of©shironosov/iStock

L’uomo è sempre lì, pronto a sputare sentenze quando nota una donna il cui look lascia a desiderare. Loro, invece, sono sempre così impeccabili? Tutt’altro, l’errore è dietro l’angolo e che sia inconsapevole o meno. Tutto sta in quell’abbinamento sbagliato che rende il proprio outfit un vero e proprio disastro.

Errori di stile

Uno degli orrori più grandi è lì, sotto agli occhi di tutti, notarlo non è affatto cosa difficile visto che spunta non appena ci si siede. Parliamo del nemico numero uno dello stile ovvero il famoso calzino bianco, peggio ancora se corto e di spugna. Al fine di sfoggiare un outfit degno di nota, soprattutto per andare al lavoro, è meglio puntare su calze lunghe, scure ed eleganti.

Non serve un consulente d’immagine per seguire la retta via basta aver un pizzico di buon senso e tanto gusto. Iniziate allora a dire addio a quello scollo a “v” perché, quando è troppo profondo, risulta ridicolo, soprattutto quando il petto non è proprio liscio e richiederebbe una seduta dall’estetista. Un’altra di quelle cose da aggiungere alla black list è la canottiera, nota anche come la maglia della salute, è la cosa meno elegante che si possa indossare e, se non si ha la cravatta, si nota sicuramente.

Se fa caldo…

Anche se fa caldo lo stile non va in vacanza ergo niente sconti. Il galateo anche d’estate impone la camicia a maniche lunghe. Mai pensare a quelle corte piuttosto arrotolarle fin sotto il gomito. A prescindere dal materiale prescelto, non è indicato per l’uomo in carriera il modello slim.

Se troppo stretto non è chic. Allo stesso tempo, nemmeno giacche o pantaloni troppo grandi sono appropriati. Una delle prime regole di stile suggerisce di optare per capi in grado di valorizzare la propria figura.

L’uomo di classe…

Il vero uomo di classe presta attenzione anche agli accessori: in primis la cintura che deve essere il più semplice possibile e non presentare una fibbia importante, il tutto va abbinato poi con le scarpe. Parlando di calzature, mai presentarsi al lavoro con quel modello che ha fatto la sua storia, è troppo vissuto, sformato e spento, meglio fare nuovi acquisti prediligendo modelli classici con la punta tond.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie ModaTag

Articoli correlati