Pubblicato il

Medicine da portare in vacanza: quali sono

In previsione delle vacanze è bene accertarsi di avere con se le medicine giuste: ecco quali portare

Medicine da portare in viaggio
©iStockphoto

Quando si parla di vacanza siamo cosi ansiosi di indossare vestiti pratici e costumi che spesso ci dimentichiamo di portare le medicine necessarie. Sia che si viaggi all’estero sia che si rimanga nel proprio paese è importante assicurarsi di avere tutto ciò di cui potremmo aver bisogno. Dovrebbe, quindi, essere un dovere imprescindibile la sosta alla farmacia prima di partire. Cosi come torna utile fare una lista delle medicine. Che, ovviamente, si spera non servano mai. Ma che è bene comunque avere.

LE MEDICINE DA PORTARE IN VACANZA

Chi fa una terapia medica cronica dovrebbe prevedere un’adeguata scorta: antidiabetici, antipertensivi, antiepilettici, antianginosi, anticoncezionali. Abbastanza da coprire in eccesso il periodo di tempo in cui si sta lontani da casa. Se la vacanza è all’estero può essere difficile se non impossibile riuscire a reperire il particolare farmaco di cui si necessita. Inoltre bisognerebbe portare in viaggio, oltre ai farmaci abituali, anche alcuni prodotti che si tengono nell’armadietto di casa. Che sono in genere:

un antipiretico contro la febbre

un analgesico contro il dolore

un antidiarroico

un antibiotico a largo spettro d’azione

un antinfiammatorio

un farmaco contro la chinetosi (mal d’auto, mal di mare, mal d’aria)

un collirio

un prodotto repellente contro le zanzare ed altri insetti

una crema antiscottature

un Kit da pronto soccorso con cerotti, disinfettante, qualche siringa sterile e l’occorrente per una pronta medicazione

un termometro

una pomata contro ematomi e distorsioni

A chi viaggia in montagna può premunirsi anche del siero antivipera.

LE MEDICINE PER CHI VIAGGIA IN DESTINAZIONI ESOTICHE

Chi, invece, si accinge ad affrontare un viaggio verso destinazioni esotiche che presentano condizioni igienico sanitarie rischiose deve aggiungere altre precauzioni. Prima di tutto deve informarsi sulla situazione epidemiologica ed ambientale della zona. E farsi quindi consigliare dal medico l’eventuale idonea profilassi farmacologica e vaccinale. Oltre ai farmaci base potrebbe rivelarsi utile portare con sé anche

sali per la reidratazione

disinfettanti per l’acqua potabile

disinfettanti per le vie urinarie

farmaci antibatterici specifici per l’intestino

fermenti lattici

oltre naturalmente a qualsiasi altro medicinale prescritto dal medico come farmaci antimalarici se la zona è a rischio.

Importante è non mettere i farmaci, specie quelli per le terapie croniche, nel bagaglio da spedire. In modo da essere certi di averli sempre con se nel bagaglio a mano in caso di ritardi o smarrimenti della valigia.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie ViaggiTag