Pubblicato il

Basta forfora: come combatterla in modo naturale

E’ giunto il momento di dire addio a quei fastidiosi fiocchi bianchi. Al bando i classici sistemi convenzionali: dal limone al sale, il fai da te non delude mai

basta forfora
Courtesy of©vchal/iStock

Basta forfora. Alzi la mano chi non è terrorizzato all’idea di trovarsi a fare i conti con questa fastidiosa patologia che affligge il cuoio capelluto. Che sia grassa o secca è un problema molto comune che colpisce circa il 50% della popolazione adulta. Le cause possono essere tante, e di varia natura. Può infatti essere la conseguenza di un forte stress, questioni ormonali etc.

Basta forfora: come sbarazzarsene

I rimedi antiforfora tradizionali prevedono l’uso di uno shampoo contenente ingredienti come zinco piritione, ketoconazolo, catrame di carbone, disolfuro di selenio e ancora acido salicilico, soluzioni efficaci al fine di combattere funghi e batteri. La loro presenza permette di sciogliere la forfora in modo tale che possa essere rimossa facilmente. E’ però possibile anche ricorrere al fai da te. A rivelarlo è stata la rivista statunitense Reader’s Digest.

Aspirina

L’aspirina contiene lo stesso principio attivo (acido salicilico) dello shampoo antiforfora. Come si applica? Basta schiacciare due pasticche e, una volta ridotte in polvere, si vanno a mescolare con lo shampoo. Lasciare poi la miscela in posa sui capelli per 1-2 minuti, quindi sciacquare bene e lavare di nuovo con un normale detergente.

Tea tree oil

Uno studio ha dimostrato che lo shampoo contenente una percentuale pari al 5% di tea tree oil migliora significativamente il problema della forfora. È inoltre possibile aggiungere alcune gocce di tea tree oil al proprio prodotto preferito. Si procede poi, regolarmente, con il lavaggio.

Bicarbonato di sodio

A volte non c’è bisogno di ricorrere alle farmacie. Basta aprire la propria dispensa di casa per reperire ciò che fa al proprio caso. Ebbene sì, il bicarbonato di sodio ne è un valido esempio. Parliamo di un ingrediente molto utile per combattere i funghi responsabili dell’insorgenza della forfora. In primis bisogna bagnare i capelli per poi applicare una manciata di bicarbonato di sodio sul cuoio capelluto massaggiando per circa 3-5 minuti. Niente shampoo, si passa direttamente al risciacquo. Sebbene in un primo momento il bicarbonato di sodio possa rendere i capelli secchi ecco che, dopo qualche settimana, il cuoio capelluto inizierà a produrre oli naturali lasciando i capelli più morbidi e privi di quelle fastidiose scaglie bianche.

Aceto di sidro di mele

Il Dr Mehmet Oz vede nell’aceto di sidro di mele un ottimo trattamento anti-forfora. L’acidità dell’aceto cambia il pH del cuoio capelluto rendendo più difficile la crescita dei lieviti. Mescolare un quarto di tazza di aceto di sidro di mele con la stessa quantità di acqua. Mettere il tutto in una bottiglia spray e spruzzare sul cuoio capelluto. Si va poi ad avvolgere la testa con un asciugamano lasciando riposare il tutto per un tempo di posa variabile che va dai 15 ai 60 minuti. Infine risciacquare. Il tutto va ripetuto due volte alla settimana.

Collutorio

Anche il colluttorio permette di gridare basta forfora. Le sue proprietà antifungine aiutano a prevenire la crescita di quel lievito responsabile dell’insorgenza delle fastidiose scaglie bianche. Bisogna lavare i capelli con il regolare shampoo per poi risciacquare con un collutorio a base di alcool.

Olio di cocco

Anche l’olio di cocco rappresenta un ottimo trattamento per la forfora. Il suo odore, inoltre, è particolarmente gradevole. Prima di fare la doccia, massaggiare 3-5 cucchiai di olio sul cuoio capelluto e lasciare in posa per circa un’ora. Si procede poi con lo shampoo come di consueto.

Limone

Anche il limone non è da sottovalutare. Basta applicare 2 cucchiai del suo succo sul cuoio capelluto, massaggiare e sciacquare per poi lavare di nuovo sciogliendo 1 cucchiaino di succo di limone in una tazza di acqua. Ripetere il trattamento ogni giorno finché la forfora non è definitivamente scomparsa.

Sale

Il comune sale da cucina, oltre a dare sapore a mille e una pietanze, è anche un toccasana per l’eliminazione della forfora. La sua abrasività permette di eliminare quei fiocchi bianchi che tanto tormentano. Prima dello shampoo si applica una manciata di sale sui capelli asciutti per poi massaggiarlo sul cuoio capelluto.

Aloe vera

L’aloe vera è un ottimo rimedio. Aiuta a lenire il prurito. Il succo di questa pianta si applica, con un massagio, sul cuoio capelluto prima dell’applicazione dello shampoo.

Aglio

Le proprietà antimicrobiche dell’aglio sono perfette per eliminare i batteri che provocano la forfora. Schiacciare gli spicchi e strofinarli sul cuoio capelluto. Per evitare che rimanga un cattivo odore, il sito healwithfood.org suggerisce di aggiungere del miele.

Olio di oliva

Con l’olio d’oliva è possibile realizzare una vera e propria maschera. Si vanno ad applicare sul cuoio capelluto circa 10 gocce di olio prima di andare a dormire e si lascia riposare tutta la notte. Al risveglio si procede con lo shampoo. Et voilà, così facendo sarà possibile mettere un punto al problema. Basta forfora.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie BeautyTag