Pubblicato il

Caffè freddo, il modo giusto per farlo perfetto

Quello che si consuma in estate non è semplicemente caffè raffreddato, ma dietro c’è una preparazione precisa

caffè freddo immagine descrittiva
©iStockphoto

Anche per quel che riguarda il caffè freddo esiste un modo ad arte per prepararlo. Non si tratta, infatti, di un normale caffè lasciato semplicemente raffreddare.  Secondo la leggenda, il successo del caffè freddo è nato nel 1957 ad una fiera internazionale di Salonicco, in Grecia. Non trovando acqua calda, un impiegato di Nescafé avrebbe mescolato il suo solubile caffè con acqua fredda e zucchero in uno shaker. Anni dopo, questa ricetta è stata modernizzata e le caffetterie da tutto il mondo l’hanno adottata.

I consigli giusti per il caffè freddo perfetto

Naturalmente, il caffè freddo può anche essere preparato a casa. Spiegazioni e consigli giusti li fornisce Chung-Leng Tran, co-fondatore dell’Hexagon Café di Parigi e co-autore del libro Le Café c’est pas sorcier.

19,90€
disponibile
6 nuovo da 19,90€
4 usato da 17,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 26 Novembre 2019 20:28

Dimentica il caffè istantaneo di qualità molto scadente. Per ottenere una preparazione adeguata, tutto inizia con la scelta del chicco, diverso a seconda del gusto di ciascuno. “Più viene arrostito, più amarezza avrai in bocca”, dice il barista. Ci sono diverse varietà sul mercato. E alcune si distinguono. Il caffè della Tanzania, ad esempio, porta il gusto piuttosto fruttato e acido del rabarbaro. La produzione etiope ha note floreali di gelsomino e acidità vicino agli agrumi. Per quanto riguarda i grani del Brasile, sono apprezzati per la loro rotondità e il loro sapore di cioccolato.

Una volta macinati i chicchi, il loro caffè viene preparato alla maniera di un espresso. ”Raddoppieremo la dose, circa 45 grammi, perché i cubetti di ghiaccio diluiscono fortemente il gusto del caffè”, afferma Chung-Leng Tran. Per raffreddare la bevanda calda, aggiungi 130 grammi di ghiaccio, prima di versare tutto in uno shaker e agitare vigorosamente. Lo shock termico raffredda automaticamente la preparazione. All’Hexagon Café, i baristi usano una macchina giapponese che trita i cubetti di ghiaccio in modo ottimale. “Più sono pesanti, più velocemente si romperanno.”. Infine, versa il composto in un bicchiere. Il successo del caffè ha successo quando si osserva una bella schiuma morbida sulla superficie. Non resta che piantare la sua cannuccia, rigorosamente di cartone.

Aromatizzare il caffè

Per neutralizzare l’amarezza del caffè, alcuni potrebbero essere tentati di aggiungere zucchero cristallizzato. Ma i veri intenditori dovrebbero usare degli aromi. Per gli amanti del dolce, Chung-Leng Tran consiglia di preparare il proprio sciroppo di zucchero. Basta sciogliere in una casseruola una dose di zucchero e acqua. Questo permette un mix migliore. Nel sud della Francia, i marsigliesi lo sostituiscono con sciroppo di orzata. Le spezie possono anche dare un tocco di originalità alla ricetta. In Medio Oriente, puoi sentire l’odore del tuo caffè con il cardamomo. Negli Stati Uniti, piace combinarlo con la cannella, come per la cioccolata calda. E per un drink ancora più alto, alcuni pizzichi di polvere di anice delizieranno le curiose papille gustative.

Dal caffè shakerato all’affogato


Per non avere eventuali dolori ai polsi causati dallo scuotere dello shaker, niente paura. Ci sono altre semplici ricette di caffè freddo da fare. Il latte ghiacciato, o caffè latte ghiacciato, è un doppio espresso integrato con 14 cl di latte fresco di vacca. O anche latte di mandorla, soia o latte di cocco. A cui si aggiungono tre cubetti di ghiaccio. “La ricetta è diluire i grani macinati grossolanamente con acqua per 16 ore e filtrarli prima dell’assaggio”, afferma Chung-Leng Tran. E perché non provare il caffè per dessert? In Italia, questo simpatico peccato si chiama affogato al caffè. Consiste in una pallina di gelato alla vaniglia condita con caffè espresso caldo. Con tutte queste variazioni, non ci stancheremo mai del caffè.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie FoodTag