Pubblicato il

Orgoglio grigio: i capelli non si tingono più

Una comunità di donne sul web dà vita ad un movimento che abbraccia la naturalezza dei capelli grigi

grombre
istockphotos

È un fenomeno del tutto naturale, che prima o poi tutti, uomini e donne, vivono. Eppure i capelli che diventano grigi sono un vero e proprio tabù per il genere femminile, impegnato com’è ad aderire agli infiniti standard di bellezza (raramente realistici). Ed ecco che all’apparire del primo capello bianco si ricorre immediatamente alla tinta, per impedire che il cambiamento si riveli sotto gli occhi di tutti. Cambiamento che invece Grombre, una comunità di splendide donne dai capelli sale-pepe, invita ad abbracciare. Per riformulare sia i canoni di bellezza, sia la percezione di sé.

Grombre, orgoglio grigio

Grombre è una comunità. E’ un sito web. È un seguitissimo account Instagram. È un hashtag. È un gruppo di donne, sempre più folto, che vive con naturalezza la trasformazione dei propri capelli. E ne va orgogliosa. Una comunità che riscopre la bellezza non-stereotipata, diversa in ogni donna. Su Grombre vengono raccontate brevi storie individuali, che parlano con serenità del loro rapporto con l’incanutire delle chiome.

Sonon storie di empowerment e di consapevolezza. Donne che ammettono di amare il grigio dei loro capelli, ma di non aver sempre avuto il coraggio di coltivarlo. Per insicurezza, per pressioni sociali. Ragazze che hanno scoperto il primo capello bianco a 11 anni. Donne che sono semplicemente stanche della ‘condanna’ di doversi tingere ogni mese. Esauste di quella fase di ricrescita in cui non ci si sente a posto con sé stesse. Sono storie diverse ma accomunate da un solo tema: gli standard di bellezza e le pressioni sociali a cui si finisce per aderire.

Non solo capelli

Non si tratta, infatti, solo di capelli. Alle donne è ‘vietato’ invecchiare. Nella società attuale ogni segno di maturità (rughe, perdita di tonicità, capelli grigi) deve essere nascosto, camuffato. O, laddove possibile, cancellato. La recente uscita pubblica di Keanu Reeves con la compagna Alexandra Grant ha acceso il dibattito, mai del tutto sopito, sul diritto delle donne ad apparire come vogliono. Senza dover per forza aderire a dei canoni preconfezionati. I suoi capelli candidi, i segni sul suo viso, la bellezza non stereotipata sono stati giudicati ‘non consoni’ alla compagna di una star hollywoodiana. Ma lei li porta con evidente naturalezza, se non fierezza.

Grombre nasce proprio per incoraggiare le donne alla body-positivity. L’idea è di Martha Truslow Smith, 27enne con i capelli grigi che lavora come creativa. Martha si occupa del mondo beauty con un approccio che invita, incoraggia e sostiene l’accettazione della propria fisicità, in tutte le sue possibili sfaccettature. Chi vuole partecipare e entrare a far parte di questa comunità può semplicemente iscriversi sul sito ufficiale. E ricevere newsletter, dialogare, conoscere altre donne che portano fieramente i capelli grigi.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie BeautyTag

Potrebbe interessarti