Pubblicato il

Macramé, l’arte di decorare con nodi e intrecci

Oggetti ornamentali, complementi d’arredo, accessori moda: l’arte del macramé riscoperta (anche grazie ai social)

istockphotos

È un’arte che le macchine non possono replicare (almeno non per ora) ed è in questo aspetto che si concentra la magia del macramé. Solo l’abilità manuale, la pazienza, la creatività possono dar vita alle graziose opere di merletto annodato che, da secoli, prevedono un processo di esecuzione praticamente immutato. Eppure l’aspetto più interessante del macramé è come si sia modernizzato, tanto da diventare un trend, un tormentone social. Una delle ‘arts and crafts’ più presenti sul web.

Macramé: un po’ di storia

Un ritmico, paziente gioco di dita e fili che si intrecciano. Il macramé è l’arte di creare merletti senza usare ago e filo, ma annodando nei punti giusti le fibre tessili scelte per ogni opera. Si vengono così a creare dei pattern, dei ‘ricami’, dei motivi ripetuti che si trasformano in decorazioni per la casa o accessori moda. Tovagliette, sottobicchieri, centrotavola, coprivaso, porta oggetti, borsette, orecchini: non c’è limite alla fantasia. Con questa tecnica si possono creare una gamma infinita di elementi di home decor che giocano con lo stile boho-chic, romantico (non a caso, si usa moltissimo negli allestimenti dei matrimoni), a volte anche ‘etnico’.

Non si conosce con certezza la sua origine, ma si presume derivi dal mondo mediorientale: secondo alcuni studiosi, il termine “macramé” deriverebbe dalla lingua araba. La tecnica sarebbe stata importata in Europa dai marinai, in particolare quelli genovesi, intorno al 1400. In effetti in Liguria la tecnica del macramé ha un’importante tradizione, e fa parte dell’artigianato tipico da diversi secoli. Sarebbero stati quindi i navigatori a portare il macramé in ogni angolo del pianeta: già abili nell’arte dei nodi, avrebbero accresciuto le proprie capacità durante le lunghe e noiose traversate in mare, durante le quali cercavano di ovviare alla nullafacenza con questo hobby.

Ci sono vari tipi di nodi utilizzabili e pattern che si possono creare con l’arte degli intrecci manuali. Naturalmente in base al tipo di tessuto che si utilizza si può dar vita ad un oggetto più o meno grande, sottile, rustico o elegante. Solitamente si usa il filo di cotone, di lino, di canapa, e si possono aggiungere decorazioni come perline o gemme. Se nei secoli la tecnica è rimasta la stessa, è il gusto estetico ad essere cambiato. Oggi il macramé si presenta con un design modernizzato che, pur guardando all’arte tradizionale, punta a renderlo contemporaneo.

Su Consigli.it vi abbiamo suggerito diversi complementi d’arredo in macramé.

Il macramé oggi

Incasellandosi perfettamente nel filone del do it yourself tanto amato dai social, senza contare l’influenza di tutto ciò che è ‘riscoperta’ dell’artigianato di un tempo, il macramé è oggi una vera star di Instagram.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Rianne Aarts – Teddy and Wool (@teddyandwool) in data:

I post con #macrame sono oltre i 3 milioni. Ai quali si aggiungono #macrametutorial, #macramejewelry, #macramemakers, #modernmacrame. Ci sono Instagram-celebrità del macramé, che vantano centinaia di migliaia di followers. Per un’arte così di nicchia, 110 mila, 70 mila o 22 mila seguaci non sono affatto pochi.

Come l’olandese Rianne Aarts, che con il suo Teddy and Wool ha creato un piccolo impero del nodo e dell’intreccio. Viene chiamata a creare pannelli decorativi per gli uffici di Google, per gli Hotel Hilton e per le caffetterie Starbucks. Il suo shop online è un universo fantastico per chi ama l’home decor, il design, e le fibre naturali. Aarts crea enormi pannelli decorativi da parete che oltre a giocare con le infinite combinazioni dei nodi si tingono di nuance graduate aggiungendo un tocco di colore perfettamente studiato per ogni ambiente.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da JAC.home.heart (@jac.home.heart) in data:

JAC è il brand di macramé di Jamie Cother, altro fenomeno social del filone, che oltre a realizzare decorazioni per la casa propone workshop per imparare l’arte dei nodi e degli intrecci. E ancora Bobbiny è l’artista che dalla Polonia spedisce ovunque nel mondo le sue creazioni in macramé, che vanno dall’elemento decorativo a complementi più ‘funzionali’, come la cuccia del gatto, o il segnalibro.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Bobbiny (@hello_bobbiny) in data:

Strumenti per il macramé

La tradizione del macramé ha attraversato i secoli ed è arrivata al giorno d’oggi più moderna che mai. Un’arte antica che ritorna popolare (anzi, pop) grazie al mezzo di comunicazione più contemporaneo, il social network. Se volete cimentarvi con questa pratica – che, per certi versi, è decisamente meditativa – trovate molti tutorial online. Ma prima di tutto vi occorrono gli accessori giusti.

Innanzitutto, occorre un filo, che per cominciare può essere semplicemente di cotone. Questa corda in cotone naturale è piuttosto grossa, e non permette di fare lavori di fino, ma certamente aiuta ad impratichirsi con i nodi. È molto resistente, perfetta per creare porta vasi o shopper-bag che devono sopportare del peso. Disponibile in molti colori, si tratta di 90 metri di corda.

Per facilitare i lavori più minuziosi può essere utile munirsi di una tavola per macramé. Si tratta di un pannello leggero in cui sono tratteggiate misure che si possono seguire per opere perfettamente simmetriche. Su questa tavola si possono fissare i fili in modo da lavorare con maggiore facilità. In pratica funge da telaio.

Se al posto dei tutorial online preferite un buon vecchio supporto cartaceo per imparare l’arte dei nodi, ci sono diversi libri con illustrazioni e fotografie che possono fare al caso vostro. Questo per esempio è un manuale che raccoglie i nodi, i motivi, le varianti del macramé classico.

Stile.it sceglie e raccomanda in maniera indipendente prodotti e servizi che si possono acquistare online. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti nel testo, Stile.it riceve una commissione senza alcuna variazione del prezzo finale.
Categorie Tempo liberoTag