Pubblicato il

Insalate: come lavarle in casa nel modo giusto

Con l’estate in arrivo aumenta il consumo di insalate e verdure crude. Ecco allora qualche consiglio per consumarle in sicurezza

insalate
istockphoto.com

INSALATE E VERDURE CRUDE

Con l’estate alle porte aumenta il consumo di verdure crude, fresche e leggere, come ad esempio le gustose insalate miste. Ottime per una pausa pranzo veloce, ma anche come contorno ai secondi piatti proteici. Esistono vari tipi di insalata, sia in ordine alla specie che alla modalità di vendita. C’è chi preferisce comprare il bel cespo da pulire e chi invece predilige le buste con le verdure già lavate e pronte al consumo.

COME VENGONO LAVATE LE INSALATE

Grande differenza c’è, inoltre, sui metodi di lavaggio e pulizia dell’insalata, frutta e verdura. C’è chi pulisce le mele con un colpo di tovagliolo e chi lava anche le insalate già lavate. Fra i due estremi, esistono poi delle differenze anche tra coloro che lavano frutta e verdura. Chi dà una semplice sciacquata sotto il getto del rubinetto e chi le mette a bagno per una ventina di minuti. Chi usa solo acqua e chi bicarbonato, aceto o antibatterici chimici a base di cloro. Cerchiamo quindi di capire quali di questi comportamenti è giusto adottare e quali sono invece gli errori da evitare.

L’INDAGINE DELL’IZS

Ci viene in aiuto una recente indagine dell’Izs, l’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie, condotta su 200 famiglie. Il dato che sorprende maggiormente è l’alta percentuale di persone che lavano le insalate già lavate. Sono circa il 50% degli intervistati. Una precauzione che, secondo gli esperti, è del tutto inutile. Questi prodotti sono infatti assolutamente sicuri, poiché i lavaggi industriali sono molto più efficaci di quelli casalinghi. Fanno eccezione solo le donne in gravidanza non immuni alla toxoplasmosi, per le quali questa ulteriore accortezza è consigliata.

IL GIUSTO METODO PER LAVARE E CONSERVARE LE INSALATE

A questo punto, vi indichiamo il giusto metodo per lavare e conservare al meglio verdure e ortaggi crudi. In primo luogo vanno lavati sempre poco prima del consumo. Sbagliato lavarli prima di metterli in frigorifero, poiché l’umidità dell’acqua potrebbe far sviluppare muffe. Il metodo corretto è immergerle in acqua e bicarbonato (il miglior disinfettante naturale) per 20 minuti. Trascorso tale tempo, andranno risciacquate bene, anche strofinando con le mani, se la verdura non è troppo delicata.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie CasaTag