Pubblicato il

Una sana dormita di almeno 7 ore aiuta la coppia

Almeno sette ore di sonno per evitare discussioni e stress: lo dice la scienza…

sana dormita in coppia
iStock
Perché una sana dormita fa bene all’amore. Il sonno, è risaputo, favorisce la distensione, mentale e fisica. E, pertanto, procura oculatezza nell’agire. Dormire sette ore e più per notte, per la stessa ragione, può favorire la risoluzione dei problemi matrimoniali nella coppia. Sembrerebbe logico, ma la conferma viene anche dalla scienza.
L’esame che i ricercatori hanno condotto è consistito nell’analizzare la risposta delle coppie di fronte a situazioni stressanti, i risultati sono stati poi confrontati con le ore di sonno vissute la notte precedente. Il risultato è lampante. Si riscontrava nelle coppie con meno di sette ore di sonno una maggiore probabilità di dare inizio a un conflitto. Per migliorare il proprio benessere, per affrontare con maggiore facilità i problemi matrimoniali o di salute, dovete concedere più ore ad una sana dormita.

Una sana dormita che supera le sette ore stempera le tensioni d’amore

I ricercatori dell’Istituto universitario di medicina comportamentale dell’Ohio, attraverso uno studio mirato, hanno evidenziato la correlazione esistente tra privazione del sonno e comportamenti all’interno di una coppia di sposi. Stephanie Wilson, a capo della ricerca, ha ricordato, in aggiunta, quanto i conflitti di coppia, come molte malattie croniche, influenzino negativamente i problemi del sonno. E che ogni componente della coppia influenza il sonno dell’altro.

Perché si necessita di una sana dormita

Le coppie dello studio, erano 43, entravano e raccontavano una situazione, causa di violente controversie nella loro vita matrimoniale. Prima di sviluppare l’argomento i ricercatori appuntavano le ore di sonno e prelevavano un campione del loro sangue. Un altro campione veniva prelevato a discussione avvenuta. Qual è il risultato? Le persone con meno ore di sonno, durante la discussione, hanno usato risposte verbali più accese. Il dormire, quindi, permette di far diminuire in ciascuno la vulnerabilità di fronte allo stress.

Un aumento di aggressività che risultava, precisamente, del dieci per cento in più per ogni ora di sonno in meno. E’ chiaro che, come dichiarava Wilson, è preferibile scongiurare qualsiasi rischio che, se non affrontato adeguatamente nel tempo dovuto, può diventare un problema serio. Purtroppo la mancanza di sonno, come anche il conflitto coniugale, risultano abituali nella vita quotidiana. E ciò è comprensibile in quanto circa la metà delle coppie osservate avevano meno delle sette ore raccomandate nel corso delle ultime notti. Esattamente una su tre dormiva meno della cifra richiesta.
*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag