Pubblicato il

Lasciarsi a primavera (a causa degli ormoni)

La primavera è la stagione dell’amore? Non esattamente

lasciarsi
istockphotos

Semmai la primavera fosse veramente la stagione dell’amore, occorrerebbe specificare ‘dei nuovi amori’. Perché quelli vecchi, quelli in corso d’opera, quelli vissuti nei mesi precedenti, vedono invece con una certa frequenza la parola fine. Con la bella stagione lasciarsi diventa più facile. I divorzi piovono come acquazzoni di aprile. In lingua anglosassone esiste addirittura una definizione della primavera come ‘uncuffing season’, ovvero la stagione in cui ci si tolgono le manette. Cinismo anglosassone a parte, perché accade? Ne ha dato una parziale spiegazione la psicologa Danielle Forshee (fonte). E’ tutta questione di ormoni.

Lasciarsi a primavera: tutta colpa degli ormoni

Un’indagine del 2010 sui social media ha permesso di quantificare il numero di persone che su Facebook cambiava il proprio stato da ‘impegnato/a’ (e le sue varie declinazioni) a ‘single’ in un anno. Ebbene, il picco annuale risultava evidente con l’arrivo della bella stagione. Ma cosa succede? Non è una banalità immaginare che con la primavera ci si senta ‘uccel di bosco’, e che rinascano in noi, uomini e donne, sentimenti che reclamano libertà sentimentale.

Spiega la psicologa che c’è una ragione che potrebbe essere legata al ciclo ormonale. Durante i mesi freddi infatti, la luce diminuisce, e il corpo produce più melatonina, che serve a regolare il sonno, e meno serotonina, il neurotrasmettitore che ci fa sentire felici. Ecco che la presenza di una persona al proprio fianco rende l’inverno più facile da affrontare. Al contrario, quando la luce aumenta, si riduce la produzione di melatonina e aumenta quella della serotonina. Sentendoci più felici finiamo per avere più voglia di uscire, di conoscere nuove persone. Ci sentiamo più sicuri di noi, attraenti, pronti a vivere nuove avventure. Le coppie meno rodate, o quelle che magari da tempo vivono momenti di crisi, potrebbero non superare questo momento in cui si prova questa sorta di felicità individuale. Che ci porta a togliersi le ‘manette’ e a lasciarsi.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie AmoreTag