Pubblicato il

Obesità infantile, no al succo d’arancia a colazione

I bambini al mattino dovrebbero evitare di consumare questa bevanda: è ricca di zuccheri semplici e calorie

sovrappeso infantile
Courtesy of©mage Source/iStock

Non è la prima volta che lo sentiamo dire: la colazione rappresenta uno dei pasti più importanti della giornata. Permette di fare il pieno di energia. Ma non solo. Aiuta anche ad affrontare con la giusta grinta gli impegni quotidiani. Il discorso interessa tanto gli adulti quanto i bambini che, già dalla tenera età, dovrebbero imparare a mangiare sano. Stando a quanto riporta il Daily Mail, infatti, i genitori dovrebbero evitare di dare del succo di frutta ai loro figli a colazione che aumenterebbe, significativamente, la probabilità di ritrovarsi a fare i conti con sovrappeso infantile e obesità.

Sovrappeso infantile: bevande a rischio

L’informazione viene da uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Medicina di Vienna. A loro avviso, infatti, coloro che bevono un bicchiere di tale bevanda al mattino avrebbero una volta e mezza la probabilità di essere in sovrappeso rispetto a coloro che, invece, optano per altro. Ma non solo. Anche l’abitudine di saltare la colazione può portare all’aumento di peso. Renderebbe infatti i bambini propensi a fare molti (a volte troppi) spuntini durante il giorno.

Spuntini light? No al succo di frutta

Come i nutrizionisti affermano già da tempo, i succhi di frutta non sono così salutari e light come si potrebbe pensare, anzi, sono ricchi di zuccheri semplici e calorie. Basti pensare che, una confezione da 350 ml, può contenere fino a nove cucchiaini di zucchero.

Attraverso il loro studio i ricercatori hanno esaminato le abitudini di 650 bambini. Hanno valutato la loro alimentazione, peso corporeo, altezza e BMI. Cosa è emerso? Circa il 29% dei partecipanti era in sovrappeso o soffriva di obesità.

Meglio ridurre lo zucchero a colazione

Hanno inoltre riscontrato che tra coloro che erano soliti bere semplicemente acqua a colazione la percentuale di sovrappeso era inferiore del 40%. L’altro dato emerso è che solo quattro bambini su dieci facevano colazione ogni giorno. Un terzo di essi, invece, la consumava meno cinque volte a settimana e lo stesso numero di bambini la saltava regolarmente.

Lo studio ha anche evidenziato come coloro che facevano colazione erano in media 3 kg più magri rispetto a chi, invece, la saltava regolarmente. La ricercatrice, Maria Luger, ha esortato i genitori a ridurre il consumo di zucchero per i loro figli a colazione: “È importante consumare molta fibra. Meglio quindi mangiare una mela o un’arancia piuttosto che bere succo di frutta”. Sarebbe dunque molto meglio prediligere il consumo di un frutto intero, come una mela o un arancio, piuttosto che ricorrere a un succo. “E’ molto importante per fare il pieno di fibre”.

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag