Pubblicato il

Perché sarebbe meglio non diventare vegani

Per alcune persone la dieta vegana potrebbe diventare un problema

essere vegani
istockphotos

La scelta di una dieta vegana viene spesso fatta per motivi etici, e in parte salutisti. Ma è un tipo di alimentazione che deve essere pensato adeguatamente per risultare equilibrato, altrimenti si rischiano carenze nutrizionali. Ci sono tuttavia alcune persone che difficilmente potrebbero conciliare l’essere vegani con una dieta equilibrata. Il Business Insider ha raccolto dati e opinioni di esperti, ed ha riassunto alcuni motivi per cui sarebbe meglio non diventare vegani.

Essere vegani, se sei così meglio di no

Non riesci a pianificare. L’incapacità (o l’impossibilità) di preparare pasti con un certo criterio – facendo una spesa mirata e preparando ricette oculate, che spesso richiedono tempo – porta alcuni vegani a buttarsi a capofitto su prodotti confezionati o precotti. Parliamo per esempio di cotolette, polpettine, hamburger vegan già pronti. Che, per quanto buoni e comodi, possono contenere additivi, eccessivo sale e via dicendo. E non si può dire sia una dieta equilibrata.

Sei allergico al glutine o alla soia. Una dieta sia vegana che gluten-free è molto, molto difficile. E anche soia-free. In generale, molti prodotti vegani contengono glutine oppure soia. Non è impossibile, ma le opzioni diventano veramente poche.

Hai carenza di B12. La vitamina B12 è importante per avere energia, proteggere il sistema nervoso e il sistema immunitario. Ma si trova principalmente nei derivati animali. E’ infatti la vitamina che più comunemente i vegani devono assumere come integratore, ma una sua grave carenza potrebbe rendere la scelta vegana poco consigliabile.

Ti manca lo zinco. Lo zinco è un minerale importante per il corpo umano, ma quello contenuto in molti vegetali è di difficile assorbimento. Mentre lo zinco proveniente da derivati animali è più facilmente immagazzinato dall’organismo.

Avete il colon irritabile. Secondo alcuni dietologi, l’ampia assunzione di fibre che avviene con la dieta vegana può esacerbare la sindrome del colon irritabile.

Siete allergici alle noci. Le noci e tutta la frutta a guscio sono raccomandatissime se si è vegani. Perché apportano numerosi elementi nutritivi preziosi. Doverne fare a meno non impedisce di essere vegani, ma richiede un’ulteriore attenzione nella scelta dei cibi.

Devi limitare i carboidrati. Se per ragioni di linea o di salute dovete stare alla larga dai carboidrati, potreste ritrovarvi a non sapere come riempire la pancia. Certo il riso aiuta molto, ma potreste ritrovarvi a non sapere come variare la parte ‘sostanziosa’ dei vostri pasti.

Leggi anche: Integratori e vitamine per ritrovare le forze

*****AVVISO AI LETTORI******
Segui le news di Stile.it su Twitter e su Facebook
Categorie BeautyTag