Pubblicato il

Make-up a prova di caldo

Il caldo non certo alleato del trucco, anzi. Ma per evitare sbavature e antiestetiche macchie, basta attenersi a poche semplici regole

Ragazza che si trucca

Estate e make-up non fanno certo rima. Non solo in senso letterale, non c’è proprio feeling tra alte temperature e trucco: pelle che non respira, matita che cola, rossetto che sbava, effetto lucido su guance e fronte. Facciamo pace con la nostra versione nature e arrendiamoci all’idea che luglio e agosto aborrono il trucco pesante. Ma qualche stratagemma per un maquillage leggero c’è, e si basa sull’utilizzo di prodotti waterproof e accorgimenti specifici.

Il make-up nude è sempre un validissimo amico dell’estetica estiva, perché riduce all’osso i cosmetici da utilizzare (mascara, gloss e al massimo un velo di ombretto) e dona un’aria fresca e giovane. Ma in linea di massima anche volendo aggiungere qualche ‘ingrediente’ in più, la regola che vige è quella di usarne sempre quantità minime. Le giornate in spiaggia invece, tollerano solo il mascara waterproof: sudore, sale, sabbia renderebbero la vita impossibile agli altri cosmetici. Ma anche in città, l’effetto ‘maculato’ e le chiazze in stile Picasso non sono particolarmente glamour.

Una buona partenza è conservare i trucchi in frigorifero, in particolare matite e rossetti, di modo che la loro consistenza non si alteri rendendo ovvia la sbavatura. La base per l’incarnato d’estate diventa superflua, e potenzialmente dannosa: la pelle abbronzata è già luminosa di suo, e con il fondotinta rischiate di non farla respirare. Ma se proprio non potete farne a meno, preferite una crema idratante colorata, o scegliete un fondotinta idratante a base acquosa. Naturalmente per contrastare il lucido del sudore (perché, per quanto sia buono un fondotinta, fa sudare, ammettiamolo) optate per una versione opacizzante, abolite le nuance perlate. Il correttore va applicato solo a zone circoscritte deve essere sfumato molto bene e limitato al minimo indispensabile. Anche il fard può essere ‘traditore’: non usatelo su guance e fronte o la macchia di leopardo sarà inevitabile, ma spolverate in maniera leggera, una spolveratina, solo gli zigomi, la parte del viso che suda meno.

Per quanto riguarda gli occhi, dimenticate l’eyeliner a meno che non andiate in vacanza in Siberia. La matita è ok, ma è meglio sfumata piuttosto che un tratto marcato, di modo che se dovesse colare si confonderà. Naturalmente se vi munite di matite waterproof l’effetto sarà migliore. L’ombretto non è esattamente un cosmetico estivo: si raggruma in un attimo al primo accenno di sudorazione. Per illuminare lo sguardo concedetevi solo nuance rosate, beige, dorate, meno evidenti in caso di colatura. Se volete comunque optare per il colore, meglio scegliere gli ombretti in crema, che aderiscono di più alla pelle. Per quanto riguarda il mascara, l’unica regola è che sia rigorosamente waterproof, non ci sono vie di mezzo.

Infine, le labbra si sposano col rossetto solo di sera, perché di giorno l’effetto ‘sbavato’ è assicurato. Anche in questo caso esistono cosmetici waterproof, ma il nostro consiglio è quello di limitarvi ai colori pesca e rosati (fra l’altro molto di moda questa estate) e di limitare i rossi o i viola (che oltre tutto non si intonano con la pelle abbronzata). In ogni caso, la scelta migliore ricade sul gloss.